Legge 194 e obiezione di coscienza: alla Camera le mozioni per la tutela di un diritto

Tantissimi medici obiettori e tempi di attesa troppo lunghi: l'eterno dibattito sulla 194 è tornato alla Camera

167766864.jpg


L'11 giugno alla Camera sono state presentate ben nove mozioni sulla legge 194.

La norma, introdotta in Italia nel 1978, è importantissima in quanto tutela tutte le donne nel caso in cui non vogliano/possano portare a termine una gravidanza.


Ma ormai l'obiezione di coscienza in alcune regioni italiane supera l'80%, e in tutto il Paese le percentuali sono comunque elevate.


Ecco uno stralcio dell'intervento di Delia Murer (PD):


"Noi vogliamo che vi sia certamente la possibilità dell'obiezione, ma non vogliamo che tutte le strutture impediscano l'applicazione della legge. Questo è un grave problema, che è stato ripreso anche dal comitato di bioetica, che ha dato raccomandazioni proprio affinché le strutture garantiscano la possibilità dell'applicazione della legge"


Se cala il numero dei medici, si allungano infatti inevitabilmente i tempi di attesa per le interruzioni di gravidanza, ed è stato calcolato che se non si farà nulla in merito, tra qualche anno non sarà più possibile abortire. Si rischia quindi di tornare, per chi potrà permetterselo, alle trasferte all'estero. Chi no, ai ferri da calza delle mammane.


Per non parlare dei casi limite, di donne che abortiscono che non vengono curate da medici obiettori. Ha fatto molto discutere a questo proposito il caso di una donna di Pordenone, non assistita dopo una Ivg: ad aprile la dottoressa che non l'ha curata, dichiarandosi 'obiettore', è stata condannata ad un anno di reclusione per omissione di atti d'ufficio.


Le mozioni alla Camera sono state presentate da Pd, M5S, Lega, Scelta Civica (Binetti e Tinagli), Centro democratico, Sel, Fdi e Psi. Approvate quelle di Migliore (Sel), Lenzi (Pd), Lorefice (M5S), Brunetta (Pdl), Tinagli (Scelta civica), Tabacci (Centro democratico) e la risoluzione di Pia Locatelli, socialista del Gruppo Misto. Ora toccherà ad un tavolo tecnico verificare la piena attuazione della legge.


Foto | Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO