Sventato attentato al presidente Usa Barack Obama: l'Fbi ha arrestato due persone

La notizia è stata resa nota dalla rete americana Abc: i due presunti attentatori sarebbero stati arrestati

168657432-594x350.jpg


17.50
L'inchiesta avrebbe preso il via nella primavera del 2012: i responsabili di una sinagoga di Albany, nello stato di New York, avevano denunciato anch'essi Crawford. Per alcuni mesi gli agenti infiltrati dell'Fbi hanno seguito lo sviluppo del piano "Hiroshima on a light switch" e avrebbero acquistato insieme a Crawford le parti necessarie per l'ordigno, che sarebbe stato anche testato. Crawford e Feight si sarebbero dovuti incontrare martedì per mettere a punto gli ultimi dettagli dell'arma, ma sono stati arrestati.


16.30
E' più chiaro il quadro del presunto attentato sventato: la bomba non è mai stata costruita. Crawford per realizzare il suo progetto aveva chiesto aiuto anche al Ku Klux Klan. Sono stati loro a denunciare il tutto all'FBI. Gli investigatori hanno trovato un messaggio scritto da Crawford lo scorso 15 aprile (il giorno prima dell'attentato di Boston): "Le politiche di Obama hanno causato tutto questo. Il suo governo ha portato i musulmani nel nostro Paese senza alcun controllo. Non devono rispettare le leggi".


15.50
Il secondo arrestato è Eric Feight (54 anni, Hudson, New York). Sembra che lui e Scott Crawford volessero punire Obama per le sue politiche ritenute responsabili dell'attentato alla maratona di Boston.


Secondo quanto riportato dalla rete americana Abc, l'Fbi avrebbe sventato un attentato al presidente Usa Barack Obama.

I due presunti attentatori sarebbero stati arrestati: uno dei due uomini, Glendon Scott Crawford dello Stato di New York, avrebbe creato un meccanismo per emettere radiazioni letali, che poteva far esplodere anche a distanza.


Foto | Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO