Femen rilasciate: erano state arrestate un mese fa in Tunisia

Sulla decisione del governo ha pesato la pressione francese, in vista della visita del presidente Hollande.

femen.jpg


Le tre attiviste europee del gruppo Femen, arrestate in Tunisia e condannate ieri a quattro mesi e un giorno con i benefici di legge, sono state rilasciate e hanno lasciato il carcere. Lo fa sapere la France Presse tramite una giornalista che si trova sul posto.


Le tre donne sono uscite dalla prigione femminile di La Manouba a bordo di un furgone della polizia che le avrebbe portate al ministero degli Interni prima della scarcerazione, sempre secondo la stessa fonte. Erano detenute da circa un mese per aver manifestato a seno nudo andando contro la legge sul pudore del Paese. Avevano protestato in favore di Amina Tyler, l'attivista tunisina di 19 anni in carcere per aver postato su internet una sua foto senza reggiseno.

L'avvocato Souhnaib Bahri ha fatto sapere che Pauline Hillier e Marguerite Stern, francesi, e Josephine Markmann, tedesca, potrebbero ripartire già oggi per l'Europa. Durante il processo d'appello, le tre attiviste avevano mostrato per la prima volta pentimento per la protesta del 29 maggio scorso a Tunisi: "Mi dispiace di quell'atto  e me ne scuso" aveva detto Markmann. "Non pensavamo di sconvolgere i tunisini fino a questo punto. E' da escludere che ricominceremo" le aveva fatto eco Hillier. 


Sulla decisione di passare da una condanna di quattro mesi senza benefici di legge a quella che poi ha permesso la scarcerazione ha pesato sicuramente la pressione esercitata da Parigi, in vista della visita del presidente Francois Hollande ai primi di luglio.


Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO