Treviso: muore 79enne che rinuncia a rene per darlo a giovane

Dopo 16 anni di emodialisi, la donna ha rinunciato al trapianto per salvare la vita a un giovane.

170927054.jpg


"Io la mia vita l'ho già fatta, aiutate un giovane". Questa la frase di una donna di 79 anni, da 16 in emodialisi, che quando è arrivato il rene compatibile, ha deciso di rinunciare all'intervento ed è morta. La storia di generosità a Paderno, in provincia di Treviso. 


Rina Zanibellato da 16 anni era costretta tre volte alla settimana a fare dialisi. Prima di decidere di rinunciare all'intervento che le avrebbe permesso probabilmente di vivere ancora, ha spiegato la sua decisione al marito, al figlio e ai parenti: "In questi anni, ho incontrato tanti giovani che soffrono. Meglio donare a loro una nuova vita". 

Ha continuato quindi la dialisi, senza lamentarsi, fino a ieri quando non ce l'ha fatta più ed è spirata nel reparto di Nefrologia dell'ospedale Ca' Foncello. L'ospedale che per tanti l'aveva curata. Dove aveva conosciuto tanti ragazzi che soffrivano per insufficienza renale. 


"Il rene per me? No, datelo a chi è più giovane di me, io la mia vita l'ho fatta". Una frase che ha salvato la vita a qualcun altro. Un gesto di generosità come ce ne sono pochi al giorno d'oggi. Rina Zanibellato se n'è andata, ma probabilmente dentro di lei era serena.


Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO