Cina: l'amore filiale diventa legge

Il governo cinese impone ai figli di andare più spesso a trovare i genitori. I datori di lavoro dovranno concedere 20 giorni di permesso in più.

anzianocinese.jpg


Visite frequenti ai genitori anziani. E non dimenticate di loro che li amate. Non è un consiglio, ma la nuova legge in Cina. E' entrata in vigore ieri. Il titolo è "Protezione dei diritti e degli interessi degli anziani", in un Paese con 185 milioni di persone ben oltre la mezza età, il 13,7% del totale della popolazione. 


Con le nuove normative, i figli grandi avranno l'obbligo di fare visita "più spesso" a papà e mamma. I lavoratori avranno 20 giorni di permesso per andare a trovare i loro vecchi genitori che vivono lontano. Ci sono poi una serie di divieti: dall'abbandono agli insulti, fino agli atti di violenza domestica. 


La nuova legge ha aperto un dibattito senza fine in rete. Sina Weibo, il twitter locale, ha mezzo miliardo di utenti, molti dei quali hanno voluto dire la loro. "L'intenzione è buona, ma il metodo è sbagliato. Non si può regolare una questione morale per legge". 

Altri utenti fanno notare come manchino le sanzioni per chi non rispetta gli obblighi. E che non ci sia una spiegazione reale sul fare visita "più spesso" ai genitori anziani. Xiao Jinming, della Shandong University, è uno degli estensori della norma: "E' soprattutto un modo per sottolineare il diritto dei nostri anziani a chiedere sostegno emotivo, noi vogliamo enfatizzare questa esigenza".


La Cina ha voluto fare un passo avanti, anche se discutibile. Nel 2053, infatti, gli ultrasessantenni saranno 487 milioni, il 35 per cento della popolazione, secondo le proiezioni della Commissione governativa sull'invecchiamento. E se il governo si è mosso, lo ha fatto pure l'Associazione nazionale per gli anziani, che dipende dal ministero per gli Affari civili, diffodendo 24 consigli: portare anche moglie e figli a trovare suoceri e nonni, ricordarsi dei loro compleanni e festeggiarli, telefonare. Oppure: ascoltare con attenzione i racconti dei genitori, insegnare loro l'uso di internet, andare insieme al cinema. E poi: appoggiarli se restano vedovi e decidono di risposarsi, parlare di cose profonde.


Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO