Saldi estivi 2013: cala il budget delle famiglie per gli acquisti, 229 euro

Ma secondo le associazioni dei consumatori la spesa media a famiglia sarà ancora più bassa di quella stimata da Confcommercio

172065049.jpg


Quest'anno i saldi estivi, partiti oggi in tutta Italia, sono stati addirittura anticipati a pochi giorni dall'inizio - cosa mai successa negli anni passati -, segno che la necessità per i negozianti di rifarsi delle non-vendite dei mesi scorsi è decisamente impellente.

Il budget delle famiglie però, secondo le stime dell'ufficio Studi di Confcommercio, non è elevato: infatti ogni famiglia italiana spenderà in media 229 euro (meno di 100 euro a testa secondo i loro calcoli) e in tutto si spenderanno 3,6 miliardi di euro.


L'anno scorso il budget medio a testa era 103 euro, e nel 2011 era 114 euro.


Ma secondo le associazioni dei consumatori le stime sono alte: il Codacons, che dalle 10 di oggi sta monitorando l'andamento degli sconti a Roma, ha registrato una diminuzione del numero di cittadini "a caccia d'affari nelle vie dello shopping e nei centri commerciali [...] a Roma le riduzioni nelle vendite rispetto agli sconti estivi del 2012 variano dal 15 al 20% colpiti dal calo degli acquisti operato dai consumatori soprattutto i piccoli negozi e le periferie, mentre le boutique d'alta moda del centro tengono il passo rispetto agli anni passati, grazie soprattutto ai turisti stranieri, che risultano i più propensi a fare compere nel nostro paese".


Anche a Milano non si è registrata nessuna particolare ressa davanti ai negozi. Moltissimi negozi del centro hanno esposto capi in saldo al 40 e 50%. Più gente in giro nelle cosiddette 'vie dello shopping' (come corso Buenos Aires).


Renato Borghi, presidente di Federazione Moda Italia-Confcommercio, ha commentato - fonte Ansa -:


"Siamo consapevoli delle difficoltà che attraversano le famiglie italiane dal punto di vista del reddito disponibile, pertanto è prevedibile un leggero calo rispetto all'anno scorso, con uno scontrino medio intorno ai 100 euro. Siamo peraltro fiduciosi che i saldi, che preferisco definire di 'inizio stagione', sapranno incontrare le più diversificate esigenze dei consumatori, sia per quantità, qualità e assortimento dei prodotti invenduti, che per gli sconti che prevediamo possano superare il 40%. Le vendite in questo periodo, insomma, pur in un contesto difficile, potranno dare effervescenza alle vendite e rappresentare per i consumatori italiani e i turisti stranieri un'occasione per acquistare quei capi d'abbigliamento desiderati nel corso della stagione"


Intanto anche Federconsumatori e Adusbef prevedono un calo, che si assesta sull'8-9%: la spesa a famiglia sarà di circa 117 euro.


Foto | Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO