Bando per la prima casa aperto anche a coppie gay: succede a Castenaso (Bo)

Il bando del Comune prevede un aiuto economico di quasi cinquemila euro per aprire un mutuo

1c-620x350.jpg


A volte nel nostro Paese fanno passare determinate affermazioni come se fossero rappresentative dell'opinione unica e inesorabile dell'Italia tutta. Eppure se guardiamo ai fatti, fortunatamente esistono numerose eccezioni, che ti portano a chiedere: "E quindi? Perchè la legge non si fa?".

Dopo il registro delle coppie di fatto, adottato da una serie di comuni tra cui quello di Milano, è la volta del bando per il mutuo della prima casa, aperto a tutte le coppie. Tutte, anche quelle composte da persone dello stesso sesso.


L'iniziativa è stata presa dal Comune di Castenaso, alle porte di Bologna. Il sindaco Stefano Sermenghi ha spiegato a ilRestodelCarlino:


"Questo è un bando che permetterà non solo alle coppie sposate e conviventi di partecipare ma anche alle coppie omosex"


Il bando del Comune prevede un aiuto economico di quasi cinquemila euro per aprire un mutuo, per le coppie under 40 composte da persone di sesso diverso e dello stesso sesso.


Basterà un'autocertificazione che dimostri che la coppia è legata da un affetto sincero per accedere al bando. Eccone uno stralcio:


"Per accedere al contributo comunale i componenti della coppia dovranno possedere i seguenti requisiti: essere legati da vincoli affettivi ed economici, da dichiarare in forma di atto sostitutivo di notorietà al momento della domanda, oppure essere legati dall'istituto giuridico del matrimonio, civile o religioso"


Quindi, se le coppie dello stesso sesso possono anche accedere ai bandi per i mutui, adesso manca solo una certa legge all'appello...


Foto | Queerblog

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO