Alaska, si schianta aerotaxi, morti il pilota e nove passeggeri

All'eroporto di Soldotna un piccolo aereo a elica è caduto in fase di decollo. Non ci sono superstiti.

Incidente in Alaska.jpg


Dieci persone, un pilota e tutti i nove passeggeri di un aerotaxi, sono morte in uno schianto nei pressi dell'aeroporto di Soldotna, città nella penisola del Kenai, in Alaska. L'incidente è avvenuto nella tarda mattinata di domenica 7 luglio e non ci sono sopravvissuti.

Le fiamme hanno avvolto il piccolo aereo a elica subito dopo lo schianto sulla pista e i soccorsi dei pompieri sono stati vani, ormai tutti coloro che erano a bordo aveva perso la vita. Si tratta di un aerotaxi De Havilland DHC3 Otter, di proprietà della società Rediske Air, un bimotore turboelica che può trasportare fino a venti persone (in questo caso ne aveva la metà).


Ora si sta indagando sulle cause dell'incidente che dovrebbe essere avvenuto mentre il piccolo aereo era ancora in fase di decollo (oppure stava atterrando, comunque era vicinissimo all'aeroporto). In Europa la notizia si è diffusa lunedì mattina presto, ma la vicenda si è verificata intorno alle 11,30 (fuso orario dell'Alaska) di domenica.


Purtroppo non è la prima volta che si verificano incidenti del genere, anzi, in Alaska avvengono molto spesso. I problemi ad aerei così piccoli sono dati dal tempo instabile e dalla presenza di montagne. Solo pochi giorni fa, il 28 giugno 2013, un altro incidente dello stesso tipo aveva coinvolto tre persone: il pilota e due passeggeri di un altro aerotaxi sono morti e anche in quel caso i soccorsi dei pompieri sono stati inutili.


La zona in cui è avvenuto l'incidente di domenica 7 luglio è solitamente molto frequentato da pescatori e turisti e l'utilizzo di piccoli idrovolanti a noleggio è molto frequente.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO