Gran Paradiso: trovati morti i due biellesi dispersi

La nebbia avrebbe fatto perdere l'orientamento alla coppia che è caduta in un crepaccio.

beccadigay.jpg


Sono stati trovati, in fondo a un crepaccio, i due biellesi scomparsi domenica scorsa sulla Becca di Gay, nel Gran Paradiso. Le vittime, che sono state già identificate, sono Walter Corniati (61 anni) e Maria Teresa Pieri (57). Sono stati individuati dal soccorso alpino e da una squadra di speleologi, che si sono calati in un crepaccio sul nevaio della via normale, scendendo dalla Becca. 


Le ricerche nei crepacci erano cominciati ieri sera, con quattro squadre di soccorritori, armati di torce molto potenti per poter esplorare anche i cunicoli sotto la neve. In quello dove erano caduti i due alpinisti, in fondo scorreva un torrente.

La coppia era partita domenica per la Becca di Gay, sul versante torinese del Gran Paradiso. Non aveva però completato l'ascesa e aveva detto a un amico, il terzo membro del gruppo, di voler ridiscendere al rifugio. L'amico era invece arrivato sulla vetta e, una volta tornato giù, aveva dato l'allarme non avendo più visto i suoi compagni.


A quanto pare, sarebbe stata la nebbia a tradire i due alpinisti. Nebbia che ha reso difficili anche le ricerche da domenica a oggi. Corniati e Pieri erano alpinisti molto esperti e attrezzati bene per la salita ai 3.600 metri. Ma non ce l'hanno fatta.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO