Melegnano, nei guai il presidente di una onlus: si sarebbe appropriato di 800mila euro

Il professionista milanese è stato denunciato insieme a due sue collaboratrici

file2771339088836 (Small).jpg


Anzichè destinare ai bambini i soldi se li sarebbe intascati lui: è l'accusa che la Guardia di Finanza ha rivolto al presidente di una onlus.

Il professionista, un milanese di 60 anni, secondo quanto riporta il Corriere ha utilizzato, dal 2008 a oggi, circa 800mila euro: i soldi provenivano delle donazioni alla onlus di cui era presidente, e sono stati spesi per l'acquisto di due appartamenti a Galatone (in provincia di Lecce, trasformati poi in residence), per pagare cartelle esattoriali personali e per coprire altre appropriazioni indebite.


La onlus si occupa di assistenza ai minori abbandonati e maltrattati. L'inganno è stato scoperto dalla Guardia di Finanza di Lodi, e insieme all'uomo, che lavorava in un centro servizi di Melegnano, sono state denunciate anche due collaboratrici.


Il Gip della Procura di Milano ha anche emesso un provvedimento di sequestro per i beni acquistati.


L'indagine è partita dalla contestazione del mancato pagamento di alcuni contribuenti della cittadina: la Gdf ha scoperto che le notifiche di Equitalia corrispondevano a cartelle pagate in ritardo.


Il pagamento 'stranamente' arrivava dai conti della onlus, e da lì sono partiti gli accertamenti su tutti i movimenti bancari 'sospetti' dell'ente benefico.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO