Indonesia: rissa dopo match di boxe, 18 morti

Il verdetto dei giudici non piace e si scatena il finimondo, con lancio si sedie e bottiglie di vetro. Nella calca, in tanti vengono schiacciati dalla folla.

boxeindonesia.jpg


Gigantesca rissa al termine di un incontro di pugilato in Indonesia, a Nabire. Al termine del match tra il pugile di casa Alfius Rumroken e Yulianus Pigome, alcuni presenti non hanno accettato la decisione dei giudici ed è scoppiato il finimondo nel palazzetto: sono volate sedie bottiglie di vetro.


Alla fine il bilancio è tragico: 18 morti e 47 feriti. Gli incidenti sono iniziati dopo la mezzanotte, quando la vittoria è stata assegnata a Rumroken. Secondo la polizia locale, appena iniziata la rissa, molte persone sono scappate spaventate, cercando una via di uscita e morendo invece nella ressa. All'interno del palazzetto, sempre secondo fonti locali, c'era più gente di quanta l'impianto ne potesse ospitare.

Verrà con tutta probabilità aperta un'inchiesta per capire chi abbia permesso di riempire così tanto il Kota Lama Sport Stadium di Nabire, nella regione di Papua. Di sicuro, quella che doveva essere una festa, per la finale dei 58 chilogrammi della Bupati Cup (campionati amatoriali di boxe), in pochi attimi si è trasformata in una tragedia.


Uno degli spettatori presenti, Ronny, ha dichiarato: "C'era poca gente, così hanno deciso di far entrare tutti, anche quelli senza biglietto. Molti erano ubriachi e hanno perso il controllo". Alla fine, in totale, erano presenti circa 1.500 persone.


Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO