India: suora cattolica violentata dal branco per una settimana

Attirata con l'inganno, probabilmente venduta agli aggressori da un cugino, ha denunciato l'episodio alla polizia nonostante le minacce.

suoreindia.jpg


Una suora cattolica di 28 anni è stata rapita e violentata per una settimana dal branco. E' successo in India. Tra gli aguzzini della ragazza c'era anche suo cugino. La religiosa, che vive a Chennai, nel Tamil Nadu dove sta completanto gli studi al college, è stata attirata in una trappola.


E' arrivata infatti una telefonata, lo scorso 5 luglio, in cui le si diceva che la mamma era molto malata. La suora è salita sul primo treno per Bamunigam, dove ad attenderla c'erano due cugini e alcuni amici. La 28enne non è mai arrivata al villaggio di Minapanka, dove vive la madre. 

E' stata infatti portata con l'inganno in un luogo non identificato dove il gruppo di uomini ha abusato di lei per una settimana. Alla fine di questo calvario, è stata abbandonata alla stazione ferroviaria di Berhampur e minacciata se avesse raccontato a qualcuno l'episodio. 


La suora ha invece deciso di sporgere denuncia alla polizia. Che finora è riuscita ad arrestate solo due uomini: il cugino che l'ha venduta al branco e uno degli aggressori. Degli altri si sono perse le tracce. Il fratello della religiosa sospetta che alla base dello stupro ci siano motivi familiari, legati all'omicidio di uno zio della religiosa, avvenuto l'anno scorso.


Domani la superiora farà visita alla suora. Mentre monsignor John Barwa, arcivescovo di Cuttack-Bhubaneshwar, ha condannato fermamente l'episodio parlando ad AsiaNews: "I colpevoli devono essere assicurati alla giustizia senza indugi e la legge deve fare il suo corso. Quanto accaduto è vergognoso".


Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO