Pedopornografia: oggi Cameron annuncia la stretta sui siti porno

Tre i provvedimenti che verranno annunciati dal primo ministro britannico: "Come politico e come padre".

cameron.jpg


David Cameron il grande moralizzatore. Il premier inglese ha assicurato una stretta sul porno online "come politico e come padre". Una vera e propria black list dei siti scabrosi per i filtri di Google, Bing e Yahoo. Un colpo alla botte per tutti quelli che accusano Cameron di essere uno che parla tanto e agisce poco.


E' in particolare la pedopornografia a disturbare ed è su quella che oggi verrà annunciatla stretta in un intervento alla National Society for Prevention of Cruelty to Children (Nspcc), associazione che contrasta gli abusi dei minori in tutto il Regno Unito.

Tre i provvedimenti: inclusione delle simulazioni di stupri nella cosiddetta pornografia estrema, fuori legge dal 2008, che includa anche la necrofilia e la minaccia alla vita delle persone filmate; una black list curata dal Centro per la tutela dei minori per individuare e segnalare le parole chiave cercate dai pedofili; un archivio di immagini di bambini a disposizione della polizia, per censurare qualsiasi immagine ambigua o esplicita di giovani e giovanissimi. 


Il filtro scatterà automaticamente, qualsiasi sistema a banda larga è infatti provvisto di una barriera interna che blocca e disattiva il collegamento alle pagine individuate. I motori di ricerca dovranno incorporare il sistema. E se entro ottore Google e gli altri giganti del web non lo avranno fatto, scatterà l'azione legale da parte del governo britannico. 


Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO