Messico: narcos contro polizia, 22 morti

Nell'ultima settimana, si sono intensificati gli scontri tra i trafficanti di droga e le forze di polizia.

Immagine di anteprima per 169294094 (1).jpg


Narcotrafficanti scatenati in Messico. Sei attacchi coordinati in diverse città del Paese, con 22 morti, la maggior parte proprio tra i narcos. Lo ha comunicato il governo, che la scorsa settimana aveva catturato il numero uno del cartello del Los Zetas, formato da ex militari.. 


Gli aggressori si sono nascosti nelle colline sopra a un posto di blocco, nello Stato di Michoacan. Il ministero dell'Interno ha dichiarato: "Al momento, si contano due agenti e 20 sospetti criminali uccisi, oltre ad altri 15 arrestati". La zona più pericolosa è quella di Tierra Caliente, dove il governo ha promesso di schierare un contingente di truppe, proprio nel Michoacan.

Fonti militari hanno parlato di 4mila tra soldati e marines e mille poliziotto federali. Una guerra senza quartiere, insomma, anche per contrastare il nascente cartello della droga che si fa chiamare Cavalieri Templari. Proprio questi ultimi avrebbero attaccato la notte scorsa. I malviventi hanno bloccato le autostrade con bus e altri veicoli, tentando di isolare le forze di polizia.


Nel corso dell'ultima settimana, gli scontri tra narcos e polizia federali si sono intensificati, in particolare nel Messico occidentale. Da giovedì, sono almeno quattro gli agenti di polizia che sono rimasti uccisi.


Foto | © Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO