Furto a Cannes: portati via 40 milioni in gioielli e diamanti

L'Arsenio Lupin della Croisette con bandana colpisce a mezzogiorno, davanti a diversi agenti di sicurezza.

cannes.jpg


Arsenio Lupin a Cannes. Entra dalla porta principale dell'hotel Carlton, sulla Croisette, dove Hitchcock girò "Caccia al ladro", poco dopo se ne va tranquillo con tante borse contenenti gioielli e diamanti per un valore di 40 milioni di euro. Un furto compiuto a mezzogiorno, non di notte, e davanti a diversi agenti di sicurezza. Forse per questo motivo, le forze dell'ordine al momento si sono rifiutate di confermare quanto e cosa abbia portato via il professionista.


L'emulo di Lupin ha varcato alle 11.30 la porta della Extraordinary Diamonds, la mostra organizzata dalla maison Leviev fino al 30 agosto. Pistola automatica in pugno, volto nascosto dietro una bandana, l'uomo si è fatto consegnare tutti i gioielli. Pietre che Leviev descrive come "le più straordinarie esistenti al mondo".

Poi è sparito nel nulla. Come vuole la tradizione dei ladri scaltri e senza volto. La procura di Grasse ha parlato di "stime poco attendibili", a chi le chiedeva se 40 milioni di gioielli fossero veramente finiti nelle mani del Gatto. "E' in corso un inventario". 


"Non è fantasioso parlare di qualche decina di milioni". Dall'hotel bocche cucite: "Abbiamo l'ordine di non parlare". E forse è meglio così: pare infatti che l'albergo non avesse informato la polizia di Cannes dell'esposizione che si sarebbe aperta di lì a poco. Dalla questura poche parole sull'incidente: "Tutto si è svolto molto velocemente e senza feriti. L'uomo è ripartito con svariate borse di gioielli e orologi tempestati di diamanti". Se arrivasse una conferma del valore di pietre preziose portare via, si tratterebbe del furto più grande mai compiuto in Francia dopo gli 80 milioni di euro portati via dalla cassaforte di Harry Winston, a Parigi.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO