New York: bimbo di un anno ucciso da proiettile vagante

Forse il bersaglio del killer era il papà. Il bimbo era nel passeggino quando è stato colpito alla testa da uno sparo.

brooklyn.jpg


Morire per le strade di New York a un anno, mentre ci si trova in un passeggino. E' successo ad Antiq Hennis, che era insieme ai genitori nella zona di Brownsville. Quattro - cinque spari sono stati esplosi in direzione della famiglia, un proiettile ha colpito alla testa il bimbo. Ricoverato al Brookdale University Hospitale con una brutta ferita sul lato sinistro del viso, il bambino non ce l'ha fatta.


Secondo la polizia, il bersaglio degli spari era il padre della vittima, Anthony Hennis, pregiudicato con più di venti arresti alle spalle per traffico di droga. Uno zio del bambino, Chris Dovesen, ha però testimoniato in favore di Anthony: da quando era diventato papà, aveva cambiato vita. 

Antiq è il secondo bambino coinvolto in una sparatoria a Brooklyn in appena otto giorni. Il 24 agosto, infatti, un bimbo di tre anni era stato ferito alla testa da uno sparo esploso da un'amica della baby sitter che si stava prendendo cura proprio del bimbo. Il colpo, così ha riferito la polizia, era stato esploso dall'interno dell'appartamento. 


Subito dopo la sparatoria di ieri sera, la polizia ha delimitato la zona impedendo anche ai residenti di fare ritorno a casa. Finora, a seguito dell'agguato, non è stato effettuato alcun arresto. 

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO