Londra: grattacielo 'fonde' le auto parcheggiate

I raggi riflessi sulle vetrate arrivano a 70 gradi. Già fusa una Jaguar, incendiata la moquette di un barbiere e sciolta la vernice dalla carrozzeria di altre auto.

walkietalkie.jpg


Bello, luminoso. Troppo. Il nuovo grattacielo della City londinese, costato ben 200 milioni di sterline, è già al centro di un caso. Sulle sue pareti di vetro, infatti, il riflesso dei raggi del sole raggiunge temperature altissime, di oltre 70 gradi. Negli ultimi giorni, a farne le spese è stata una Jaguar, parcheggiata sotto il numero 20 di Fenchurch Street, letteralmente fusa dal calore, specchietti compresi. Non solo: si è sciolto pure il cruscotto. Ed è venuta via la vernice sulla carrozzeria di altre auto e furgoni.


Le autorità locali, per ovviare al problema, hanno deciso di vietare il parcheggio nella strada sotto il grattacielo. Molti passanti hanno protestato per la luce accecante che in alcune ore della giornata emana dal gigante. Le autorità hanno consigliato ai pedoni di distogliere lo sguardo o indossare occhiali da sole. 

E dire che il palazzo era stato inaugurato in pompa magna. Costruito dall'architetto uruguayano Rafael Vinoly, è stato chiamato "Walkie Talkie" per la sua forma. A causa del poco spazio sul terreno, l'edificio è infatti più piccolo ai piani bassi per poi allargarsi progressivamente. Nel 2014 il grattacielo verrà completato e all'ultimo piano ospiterà un giardino pensile con terrazza panoramica.


Proprio la curvatura, nel punto in cui si allarga, porta i raggi del sole a riflettersi sul vetro inclinato, causando un effetto lente di ingrandimento che brucia gli oggetti che incontra. Alcuni esperti hanno parlato di difetti di fabbricazione. James Keaveney, fisico molecolare dell'Università di Durham, ha sentenziato: "La forma concava dell'edificio ha l'effetto di concentrare la luce che si riflette sulle pareti, in Spagna c'è una centrale atomica che sfrutta proprio questo principio per generare luce e calore". 


Land Securities, proprietari del grattacielo, si sono impegnati a trovare una soluzione e a risarcire i proprietari delle auto già danneggiate. Si temono intanto altri danni. Ieri, per esempio, il raggio del Walkie-Talkie si è posato sulla moquette di un barbiere, incendiandola. I meteorologi fanno notare che il fenomeno dovrebbe rientrare nel giro di due - tre settimane, quando il sole sarà meno alto in cielo. Per una volta Londra spera di tornare al cielo grigio autunnale. Quando non alla nebbia, tipica della capitale inglese.

  • shares
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO