Lucio Battisti, la salma sarà traslata: la tomba non sarà più a Molteno

Il paesino in provincia di Lecco non ospiterà più la salma del cantautore. Venerdì 6 luglio la traslazione (forse) a Rimini

tombabattisti.jpg


UPDATE! 6 settembre
Effettuata la traslazione. Pare che i resti di Battisti saranno cremati, e forse le ceneri saranno tenute dai congiunti. Pochi i fan presenti questa mattina al cimitero.


Lucio Battisti non riposerà più nel cimitero di Molteno: la famiglia del cantautore ha deciso di traslare la salma del cantautore in un'altra località.

Infatti la vedova, Grazia Letizia Veronese, vive da tempo a Roma e il figlio Luca abita a Rimini. E l'Ansa parla proprio di Rimini come futura destinazione.


Il tutto avverrà venerdì 6 settembre, tre giorni prima della ricorrenza dei quindici anni della scomparsa (avvenuta il 9 settembre 1998), e nel piccolo paese del Lecchese si attendono centinaia di fan. Il Comune di Molteno ha fatto sapere che il giorno delle operazioni il cimitero rimarrà aperto anche se la zona dell'esumazione sarà transennata per ragioni di decoro e rispetto.


Il primo cittadino, Mauro Proserpio, ha commentato la notizia sul quotidiano La Provincia di Lecco (che ha riferito la notizia in esclusiva), pur mantenendo un certo riserbo:


"Non posso certo smentire ma mi sono impegnato alla massima riservatezza. Come ho già avuto occasione di dire, nel nostro cimitero non c'è il cantante, c'è un uomo morto peraltro prematuramente. La sua scomparsa è già stata abbastanza spettacolarizzata. L'intento della famiglia di avvicinare le spoglie del congiunto, era stato manifestato ripetutamente da tempo. Mi sento di escludere un nesso con la recente sentenza"


Da qualche giorno si è infatti temporaneamente chiusa la diatriba legale tra la famiglia Battisti e il Comune, che ha organizzato per dieci anni, dal 1999 al 2009, il festival "Un'avventura, le emozioni" a cui hanno sempre partecipato, per rendere omaggio all'artista scomparso, i più grandi big della canzone italiana.


Gli eredi avrebbero già annunciato il ricorso in Cassazione contro la decisione della Corte d'Appello di Milano che, a differenza della sentenza di primo grado, aveva dato ragione all'amministrazione di Molteno.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO