Jesi: ritrovato il corpo del 56enne scomparso da Ferragosto

Il cadavere era all'interno della sua auto, nascosta dietro siepi e rovi. Ad avvertire i carabinieri è stato un passante.

vigilidelfuocojesi.jpg


E' stato ritrovato senza vita, a bordo della sua auto, Stefano Piangerelli, il tecnico di 56 anni di Belvedere Ostrense, nell'anconitano, scomparso la mattina di Ferragosto e cercato per giorni nella zona da polizia, carabinieri, vigili urbani e volontari della protezione civile.


Il cadavere era a Jesi nella Volkswagen grigia di proprietà di Piangerelli, in via San Marcello, lungo una strada che collega Jesi al comune di San Marcello, nei pressi di un'azienda di abbigliamento per bambini. Secondo il medico legale,il 56enne potrebbe essere stato colto da malore, ma il magistrato ha ordinato l'autopsia per accertare il motivo della morte. 

Ci è voluto così tanto tempo per trovare auto e corpo perché la Volkswagen si trovava in una zona nascosta alla vista da rovi e siepi. E' stato un passante, che portava a passeggio il cane, ad avvertire un cattivo odore provenire dall'auto e ad avvertire i carabinieri del 112.


I vigili del fuoco di Jesi sono stati impegnati per diverso tempo nelle operazioni di recupero dell'auto. Sarà come detto l'esame autoptico a stabilire se si è trattato di un malore oppure di un incidente. La prima sembra essere la causa più probabile della morte di Piangerelli.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO