Test Medicina 2013: lunedì 9 settembre, oggi la prova tanto attesa

Intanto il Governo ha cancellato il contestatissimo 'bonus maturità' nel decreto scuola appena approvato

172833070.jpg


UPDATE!
Il governo ha cancellato il bonus maturità.


Si è svolta oggi la prova forse più attesa tra tutti i test d'ingresso per le facoltà universitarie: quella di Medicina, Chirurgia e Odontoiatria.

I quesiti proposti sono stati 60 (5 di cultura generale, 25 di logica, 14 di biologia, 8 di chimica e 8 di matematica e fisica). Le aspiranti matricole hanno avuto a disposizione 100 minuti per rispondere.


I posti disponibili in tutta Italia sono pochi rispetto alle richieste, tanto che si stima che soltanto uno studente su 8 ce la farà (84.165 ragazzi iscritti al test, per 10.771 posti). Gli iscritti del 2013 sono il 23% in più rispetto al 2012.


Solo a Napoli ad esempio ci sono stati 8000 candidati, e il traffico è andato in tilt nel quartiere di Fuorigrotta, per il grande afflusso di studenti. A Palermo invece erano 3.574 candidati per 430 posti. Nella Capitale solo 998 persone, su 7.101 aspiranti, potranno sedere sui banchi de La Sapienza.


Il preside della facoltà di Farmacia e Medicina Eugenio Gaudio ha spiegato che la presenza di tanti candidati "conferma da un lato l'appeal che ha in Italia la laurea in Medicina, chirurgia e Odontoiatria, dall'altro la possibilità di selezionare i ragazzi migliori per questa importante funzione che dovranno svolgere nel nostro paese, a favore di chi sta male e di chi chi è più debole". Il numero chiuso "ha migliorato molto sia la qualità degli studi, quindi la qualità dei nostri futuri medici, sia la possibilità di arrivare effettivamente alla laurea. Nel senso che col numero programmato oltre il 90% degli studenti che si iscrivono poi si laureano effettivamente".


Intanto sempre a Roma questa mattina l'Udu ha organizzato un flash mob contro il numero chiuso. Michele Orezzi, coordinatore nazionale dell'Udu, ha spiegato:


"Il test di ingresso fatto in questo modo è davvero una lotteria e per noi rappresenta il divieto all'accesso al futuro. Questo è quello che abbiamo voluto sottolineare con il nostro flash mob: un test anonimo che ci priva della nostra identità"
















Foto | Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO