Esplode silos, due morti nel lametino

Due operai hanno perso la vita in seguito allo scoppio di un silos nello stabilimento lametino della Islap, un’azienda che produce olii combustibili

Una violenta esplosione di un silos dell’Ilsap di San Pietro Lametino, nei pressi di Lamezia Terme (Cz), ha lasciato a terra esanimi due operai della raffineria di biocarburanti situata nell’area ex Sir. Il forte scoppio – avvertito a diversi chilometri di distanza – ha ucciso Daniele Gasbarrone di Latina e Alessandro Panella di Velletri, due operai, entrambi 32enni, addetti alla manutenzione dei silos dell’azienda. Un’alta colonna di fumo nero ha ricoperto la zona industriale di Lamezia Terme e altri operai sono rimasti feriti dall’esplosione. Uno di loro è stato trasportato, con l’ausilio dell’elisoccorso, in ospedale e attualmente versa in gravi condizioni, con profonde ustioni su tutto il corpo.

L’intervento di Vigili del Fuoco, sanitari e forze dell’ordine è stato tempestivo: l’area è stata transennata per permettere alle forze dell’ordine e alla magistratura di ricostruire l’accaduto e verificare quali vapori siano stati liberati nell’aria. Lo stabilimento è di proprietà della Ilsap Biopro, una società di Latina che si occupa della trasformazione degli olii combustibili e che produce oli raffinati, biomasse, glicerina e biodiesel. I Vigili del Fuoco hanno impedito il propagarsi dell'incendio nella caldaia e nel resto del corpo macchina da cui la cisterna si sarebbe staccata schizzando via violentemente all'interno del locale.

Via | Catanzaro Informa

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO