Biglietti aerei gratis, offre la United

All’origine del clamoroso accaparramento di biglietti, un problema tecnico del servizio di prenotazioni online della compagnia

Biglietti aerei gratis. Il sogno di ogni viaggiatore, ma questa volta le carte fedeltà dei frequent flyer non c’entrano. Nel ruolo di vittima si se stessa c’è la United, la compagnia aerea statunitense costretta a far viaggiare gratis i suoi passeggeri per un problema tecnico verificatosi giovedì scorso, quando sul suo portale online è comparsa l’offerta che permetteva di acquistare voli della compagnia con il solo esborso delle tasse aeroportuali.

C’è voluto un quarto d’ora perché la “sala dei bottoni” della compagnia aerea si accorgesse di quello che era successo: dalla comparsa dell’involontaria offerta alla chiusura del sito è successo di tutto. Nella finestra temporale di 15 minuti si è scatenato il finimondo. Un cliente ha acquistato dieci biglietti di andata-ritorno Washington-Hawaii per un totale di 100 dollari, un altro si è accaparrato un Boston-San José a dieci dollari e un altro ancora un Washington-Minneapolis a sette dollari e mezzo.

All’origine del problema c’è stato un errore umano. Ora i clienti stanno facendo pressioni alla United perché mantenga gli “impegni” del suo quarto d’ora di follia digitale. E la United, per non incorrere in un ulteriore danno d’immagine, ha scelto di “regalare” i voli che sono stati acquistati dai fortunati utenti che hanno proceduto all’acquisto “agevolato”. O, forse, sarebbe meglio dire i fortunati vincitori della inconsapevole “lotteria” United.

Via | The Independent

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO