Papa Francesco telefona a bimbo malato distrofia muscolare e lo invita in Vaticano

Il giovanissimo ha ricevuto l'attesa telefonata da Papa Bergoglio ed è stato inviato in Vaticano per incontrare di persona il Santo Padre.

Papa Francesco continua a volere un contatto diretto coi fedeli e questo, in alcuni casi, significa alzare la cornetta e telefonare. Non è certo una novità: in più occasioni Bergoglio si è dimostrato attento alle richieste e alle esigenze di alcuni fedeli bisognosi o in cerca di una parola di confronto e non ha esitato a muoversi in prima persona.

L'ultima telefonata, in ordine di tempo, è giunta a Pinerolo, in provincia di Torino, dove risiede il giovanissimo Michael, 12enne affetto da distrofia muscolare, paralizzato e a rischio tracheotomia. Il bimbo aveva più volto espresso il desiderio di poter parlare proprio con Papa Francesco e grazie ad un conoscente di sua mamma, quel desiderio si è realizzato.

La Santa Sede è stata avvertita della difficile situazione in cui si trova il giovane Michael e del suo desiderio di parlare e incontrare il Santo Padre. Venerdì sera, a sorpresa, è arrivata l'attesa chiamata: Padre Bergoglio ha trascorso qualche minuto al telefono col piccolo Michael e l'ha invitato a incontrarlo a San Pietro quanto prima.

La Croce verde ha subito dato la sua disponibilità per trasportare il bimbo in Vaticano e realizzare così il suo desiderio di passare qualche minuto col Santo Padre. Il trasporto, viste anche le condizioni di salute in lento peggioramento, dovrebbe avvenire quanto prima, forse addirittura a giorni.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO