Nigeria: Boko Haram fa strage nel Nordest, 87 morti

I terroristi islamici hanno sparato sulla folla e incendiato le abitazioni della città di Benishiek. Si cercano altri cadaveri nella foresta.

Almeno 87 le vittime

Strage nel Nordest della Nigeria a opera del gruppo armato islamico di Boko Haram. Un funzionario del governo locale, Saidu Yakubu, ha spiegato: "Sono stati trovati 87 corpi e i nostri uomini sono sempre alla ricerca di nuovi cadaveri". E' statlo colpito lo stato di Borno. I ribelli islamici hanno incendiato le abitazioni, creato sbarramenti in strada e sparato sugli automobilisti che tentavano di scappare da Benisheik.

A quanto pare, i terroristi si erano travestiti da militari: "Sono arrivati a bordo di jeep, circa una ventina di veicoli, armati anche di artiglieria anti-aerea" hanno riferito fonti della sicurezza. Lo scorso 8 settembre, la città di Benishiek era già stata teatro di uno scontro tra i miliziani, decisi a creare uno Stato islamico nel nord della Nigeria, e le forze di sicurezza.

Nello stato di Borno la rete di telefonia mobile è fuori servizio da metà maggio, quando il governo impose lo stato d'emergenza in gran parte del nordest della Nigeria, iniziando una grande offensiva proprio contro Boko Haram, che in lingua italiana significa "L'educazione occidentale è peccato". L'ultimo attacco è avvenuto martedì scorso, ma proprio a causa dell'assenza di copertura telefonica, la notizia si è saputa soltanto oggi.

Il conducente di un autobus ha così raccontato ciò che è successo: "Gli uomini armati ci hanno attaccato, erano vestiti da soldati e avevano armi pesanti. Ci hanno chiesto di scendere tutti e poi uno di loro mi ha colpito alla testa, con il calcio della pistola. E' stato allora che ho capito che non erano soldati e sono caduto a terra, facendo finta di essere svenuto".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO