Todi: agricoltore travolto e ucciso da mietitrebbia

La tragedia e Casemasce di Todi: il 67enne era sceso dal mezzo agricolo per controllare un guasto.

Inutili i soccorsi

Tragedia a Casemasce di Todi, in Umbria. Un agricoltore di 67 anni, Gilberto Perri, è stato travolto e ucciso da una mietitrebbia mentre era al lavoro in un campo coltivato a girasoli. Inutili i soccorsi, portati con un'auto medica e con un'ambulanza partita dall'ospedale di Pantalla. All'arrivo, infatti, hanno potuto solo constatare il decesso dell'uomo, a seguito dello schiacciamento del torace dalle barre del mezzo agricolo.

Sul posto sono arrivati anche carabinieri e vigili del fuoco. L'allarme - secondo il rapporto dell'operatrice Donatella Ciuchi, in servizio presso la centrale del 118 di Perugia, attraverso l'ufficio stampa dell'Azienda ospedaliera - è partito da un vicino di casa della vittima. Dalle prime testimonianze, pare che il 67enne fosse sceso dalla mietitrebbia per controllare una componente del mezzo. Prima del tragico epilogo.

In questo 2013, in Umbria, si sono purtroppo verificati diversi incidenti mortali o gravi che hanno coinvolto agricoltori al lavoro nei campi. Parliamo di Rancolfo, dove a un uomo è stato poi miracolosamente riattaccato un bracco dopo una lunga operazione chirurgica; di Lisciano Niccone, dove un trattore si è ribaltato ferendo gravemente un 76enne. E poi c'è la storia del centauro finito contro un trattore.

La lista è lunga. Un 70 enne è morto schiacciato dal trattore a Gubbio, a Corciano stessa sorte è toccata a un 69enne. A Città di Castello, invece, una persona è stata investita da un trattore mentre attraversava sulle strisce pedonali. E per concludere, a Bevagna, dove un uomo è morto e un altro è rimasto ferito molto gravemente. Entrambi erano al lavoro nei campi.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO