Iraq: 50 morti durante funerale

Triplice attacco dinamitardo durante un funerale a Bagdad, capitale dell'Iraq, nel sobborgo di Sadr City.

Almeno 50 morti

Triplice attacco dinamitardo durante un funerale a Bagdad, capitale dell'Iraq, nel sobborgo di Sadr City. Purtroppo, si contano almeno 50 morti. Sono esplose due autobomba, una delle quali guidata da un attentatore suicida. Un terzo ordigno è deflagrato successivamente, all'arrivo dei mezzi di soccorso. Si contano anche almeno 100 feriti: una vera e propria strage.

Il quartiere di Sadr City è a maggioranza sciita. Dall'inizio dell'anno, in Iraq, si contano almeno 4.300 morti in attentati. Fonti del ministero degli Interni, al momento, danno 28 persone uccise dalle tre autobomba di oggi, ma le fonti mediche citate dalla tv al Arabiya hanno detto che potrebbero essere quasi il doppio. E l'agenzia Reuters fa salire il bilancio a 50, citando fonti della polizia e testimoni sul posto.

Siccome i feriti gravi sono decine, il bilancio è desinato a salire con il passare delle ore. Ieri c'era stato un attentato contro una moschea sunnita a nord di Bagdad, nel quale erano morte 18 persone. Secondo stime dell'Onu, nel solo mese di agosto, circa 800 iracheni sono stati uccisi in violenze, la maggior parte avvenute nella regione della capitale Bagdad.

Oggi ci sono state altre violenze a Baiji, 200 chilometri a nord della capitale. Sei poliziotti sono stati uccisi da uomini armati. Altre cinque persone sono morte in altri attacchi compiuti in varie località del Paese. Come numero di vittime, siamo quasi al biennio 2006 - 2007, quando ci fu un picco successivo all'invasione anglo-americana e alla conseguente caduta del regime di Saddam Hussein.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO