Cina: tifone Usagi uccide 25 volte, caos voli a Hong Kong

Nella regione del Guandong, il tifone ha scaraventato in aria automobili, scoperchiato tetti, fatto cadere alberi, provocando chiusure di strade e interruzioni nelle principali vie di comunicazione.

Morti e distruzione

La Cina si è scontrata con il più forte ciclone del 2013, Usagi, che ha ucciso 25 persone nella provincia di Canton, nella zona sudorientale del Paese. Tredici persone sono morte a Shanwei, una località a est della provincia di Canton, a causa delle inondazioni o per l’impatto con oggetti sollevati dal vento, che soffiava a 162 chilometri orari.

Più di 226 mila cittadini della provincia di Canton hanno dovuto lasciare le proprie case e la autorità locali hanno fatto sapere che il tifone ha già distrutto 7 mila abitazioni. La stima dei danni è già molto alta e raggiunge i 3.240 milioni di yuan, pari a 391,5 milioni di euro. Situazione molto complicata e caotica pure all'aeroporto di Hong Kong, dove sono stati cancellati centinaia di voli e ritardati altrettanti. Migliaia di passeggeri sono stati costretti a pernottare allo scalo.

Nella regione del Guandong, il tifone ha scaraventato in aria automobili, scoperchiato tetti, fatto cadere alberi, provocando chiusure di strade e interruzioni nelle principali vie di comunicazione. Un vero e proprio disastro, anche se atteso. In un primo momento, anzi, il tifone Usagi era stato classificato come un Super Tifone, con venti anche superiori ai 200 chilometri orari.

La tempesta ha parzialmente rallentato nel corso della giornata di ieri. La sua corsa dovrebbe terminare oggi nei pressi di Taiwan. Lascerà alle spalle devastazione, morti e numerosi feriti. Le Filippine fortunatamente sono state solo sfiorate da Usagi.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO