Etna: si risveglia la zona sudest, esce cenere

Gli esperti dell'Ingv di Catania al momento non sono molto preoccupati: "L'eruzione al momento non è strutturata".

Si risveglia il cratere di sudest

Dall'aeroporto catanaese di Fontanarossa il fumo è ben visibile, ma per il momento non ha causato ritardi o cancellazioni. Fatto sta che è in corso da alcune ore una nuova fase eruttiva sull'Etna, con l'emissione di cenere lavica dal nuovo cratere di sudest. Gli esperti dell'Ingv di Catania al momento non sono molto preoccupati: "L'eruzione al momento non è strutturata".

Il materiale piroclastico, emesso dalla bocca, ricade nella zona sommitale del vulcano. Fortunatamente, l'evento non è accompagnato da molta energia, fanno sapere gli esperti, e ciò significa che attualmente non ci sono pericoli. Il vulcano è tornato attivo dai primi giorni di settembre, dopo oltre quattro mesi di pausa. E questo, invece, fa sì che all'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia si faccia molta attenzione a ogni segnale.

Prima di osservare una pausa di circa quattro mesi, l'Etna aveva avuto una fase intensa di attività, spesso parossistica. Da gennaio di quest'anno, l'eruzione aveva interessato la Bocca Nuova e poi il Nsec. Durante un periodo di due settimane, tra fine febbraio e inizio marzo, era stata interessata pure la Voragine. In particolare, i 13 episodi di fontana di lava al Nsec avevano ripetutamente prodotto grandi quantità di materiale piroclastico che ricadevano soprattutto nei settori orientale e nord-orientale del vulcano, causando disagi e danni materiali in diversi centri abitati.

Dopo l'ultimo di questi episodi, la sera del 27 aprile, era seguita una breve serie di esplosioni al secondo, nei giorni 1-2 maggio, che sembravano marcare il preludio di un ulteriore parossismo, che invece non è avvenuto. Da allora, i crateri sommitali avevano mostrato il consueto degassamento. Inoltre al Cratere di Nord-Est si sono uditi forti boati provenienti dall'interno del suo condotto; nelle ultime settimane questi boati erano diventati più forti e più continui.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO