Pakistan: bomba a Peshawar, morte 37 persone

Auto imbottita di esplosivo e schegge: tra le vittime anche donne e bambini.

Più di 30 morti

Forte esplosione a Peshawar, in Pakistan, con un bilancio molto pesante: 37 morti, tra cui anche sei bambini e due donne. La bomba era su un'auto, comandata a distanza. L'obiettivo era la caserma di polizia vicino a un mercato storico e molto frequentato. Vicino c'è anche la chiesa dove domenica scorsa sono morte oltre 80 persone per un attacco di due kamikaze islamici.

L'ordigno di oggi ha fatto anche una settantina di feriti. La bomba conteneva circa 200 chili di esplosivo misto a schegge. Secondo un responsabile degli artificieri, Shafqat Malik, il veicolo utilizzato per la strage era una Toyota Corolla. Si sono due udite due esplosioni, ma la bomba era una soltanto. Il presidente Mamnoon Hussain ha parlato di "atto barbarico".

Il capo dello Stato ha ribadito l'impegno del Pakistan contro ogni forma di terrorismo. Proprio per cercare un dialogo con i talebani afgani e pakistani, Islamabad aveva di recente deciso di scarcerare il mullah Abdul Ghani Baradar, numero due degli insorti e soprattutto braccio destro del leader degli studenti coranici, il famigerato mullah Omar. In realtà, al momento, non c'è una rivendicazione per l'attacco odierno.

I talebani pakistani del Ttp hanno negato ogni coinvolgimento nell'attentato. "Non siamo coinvolti nell'esplosione di Qisa Khwani a Peshawar: il Ttp non attacca mai luoghi pubblici e condanna con forza questo episodio", ha detto per telefono all'Ansa Shahidullah Shahid, un portavoce dei talebani pachistani.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO