Egitto: colonnello dell'esercito ucciso a posto di blocco

Ieri giornata di alta tensione al Cairo, dove è iniziato il processo contro Morsi, subito aggiornato all'8 gennaio a causa delle proteste degli imputati e dell'ex presidente stesso.

Tra sostenitori di Morsi e polizia

Un colonnello dell'esercito egiziano è stato ucciso a un posto di blocco da parte di un commando armato. L'attacco è avvenuto a Ismailia, a nordest del Cairo, sulla riva occidentale del Canale di Suez. Lo hanno reso noto fonti militari. Dallo scorso luglio, quando il presidente Morsi è stato destituito, la situazione nel Paese è precipitata e si ripetono con frequenza attacchi a militari e a poliziotti.

Ieri, poi, era il primo giorno del processo a Morsi, accusato di incitamento alla violenza. Era dunque una giornata molto tesa, con schieramento di forze di sicurezza al Cairo: strade d'accesso bloccate e centinaia di sostenitori dell'ex presidente che hanno invaso il lungo Nilo di fronte alla Corte Costituzionale. Morsi si è rifiutato di indossare la divisa bianca da detenuto e si è rivolto così al presidente della Corte: "Ricordati che sono il tuo presidente".

Dopo poche battute, il dibattimento è stato aggiornato al prossimo 8 gennaio. Gli imputati scandivano slogan contro i giudici, contestando la legittimità della corte stessa. L'ex presidente è stato successivamente trasportato in elicottero verso la prigione di Tora, al Cairo, dove sono rinchiusi diversi esponenti della Fratellanza Musulmana. Nel centro del Cairo, sono stati usati anche i lacrimogeni per disperdere la folla di manifestanti.

Per la prima volta dallo scorso 3 luglio, Morsi è stato mostrato al pubblico. E' parso in buona salute. I coimputati, quando l'ex capo dello Stato si è rifiutato di indossare la divisa bianca, hanno applaudito e poi, per protesta, hanno dato le spalle ai giudici. Facendo con le dita il numero 4, diventato il simbolo di Rabaa el Adaweya, la piazza delle proteste pro Fratelli Musulmani, sgomberata con la forza ad agosto.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO