Rugby: a Scampia nasce la squadra anti - camorra

Il club potrà essere sovvenzionato da chiunque con 10 euro, il che permetterà a più bambini e ragazzi di iscriversi.

Tempio della criminalità napoletana

Il quartiere di Gomorra, ossia Scampia, alla periferia napoletana, dove c'è la più alta percentuale di disoccupazione (oltre il 60 per cento) della provincia partenopea, ha una nuova squadra di rugby. Il 4 novembre è stato presentato il sodalizio Scampia Rugby Football Club, una squadra voluta dallo scrittore ed editore Rosario Esposito La Rossa, che è anche il nuovo presidente.

Il fortino della camorra sarà espugnato da questa iniziativa? "Credo che il rugby a Scampia rappresenti una grande opportunità per trasformare la violenza in condivisione degli obiettivi" dice e scrive il presidente. "Scampia ha bisogno di sperimentare nuovi sport e di essere il centro di nuove e interessanti attività per far sì che le persone di altre zone di Napoli vengano e frequentino il quartiere".

La squadra di rugby di Scampia è naturalmente un tentativo di combattere il degrado e la criminalità. In altre zone di Napoli in passato sono nate altre squadre di rugby e di calcio. Lo Scampia Rugby Football Club potrà venire sovvenzionato da chiunque con una donazione di dieci euro, che permetterà di iscrivere più bambini e ragazzi possibili. Che impareranno in modo sano a fare gruppo, stando lontano dalla strada e dalla camorra.

La squadra partirà quest’anno con le categorie Under 8 e Under 10, allenandosi e giocando nei campi della scuola calcio Arci Scampia, anche se, come tiene a precisare La Rosa: "Il sogno, non impossibile, è quello di recuperare il campo comunale di Scampia dove fino a dieci anni fa la camorra riversava rifiuti". Il nuovo club andrà a fare compagnia alla Nuova Quarto calcio, finora l'unica squadra simbolo della lotta anti camorra nell'hinterland napoletano.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO