Maratona di New York: donna di 86 anni muore subito dopo la gara

E' stata la più anziana a percorrere i 42 chilometri nella Grande Mela. Dopo aver festeggiato e mostrato la medaglia, è deceduta in albergo con le scarpe da ginnastica ai piedi.

Donna di 86 anni muore dopo la gara

Una donna di 86 anni è morta dopo aver corso la maratona di New York. La donna, meno di 24 ore dopo, è tornata in albergo, si è addormentata e non si più risvegliata. La vittima è Joy Johnson, donna californiana, che domenica scorsa aveva deciso di partecipare alla maratona nella Grande Mela. Stabilendo un record: era infatti la partecipante più anziana iscritta.

Due notti dopo aver completato i 42 chilometri previsti, è deceduta con ai piedi ancora le scarpe da ginnastica. A causare il decesso potrebbe essere stata la caduta avvenuta durante la gara: l'86enne ha infatti sbattuto la testa, è stata prontamente visitata dai medici che le hanno consigliato di andare in ospedale, ma la donna ha rifiutato perché voleva concludere la corsa.

Dopo sette ore, 57 minuti e 41 secondi ha completato il percorso. Il giorno dopo, insieme alla sorella di 83 anni, ha partecipato a una diretta tv sul dopo maratona. E' stata intervistata, ha mostrato con orgoglio la sua medaglia. Poi è andata in albergo, dove è stata ritrovata senza vita alcune ore dopo. La figlia, Diana Boydston, commenta così l'ultima avventura della mamma: "E' così che voleva andarsene".

La stessa Joy, al Wall Street Journal, aveva in un certo senso scritto il suo epitaffio a parole: "Voglio morire correndo". Evidentemente, sapeva i rischi a cui andava incontro. Anzi, probabilmente voleva per l'ultima volta annusare il rischio. E fare ciò che più le piaceva.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO