Terremoto Cuneo: 10 novembre 2013, scossa di 2,3 gradi Richter

Ieri mattina altro terremoto subito dopo il confine francese. Aveva lambito la provincia di Cuneo e quella di Imperia.

In provincia di Cuneo

Scossa di terremoto questa mattina in provincia di Cuneo. Secondo i rilievi dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia, il sisma ha avuto un'intensa pari a 2,3 gradi della scala Richter, con epicentro a Pradleves, in Valle Grana. La scossa è stata avvertita dalla popolazione, ma fortunatamente non si segnalano danni a cose o persone.

Ieri mattina, poco dopo il confine - in territorio francese - era stata avvertita una scossa analoga. La scossa di oggi, per essere ancora più precisi, è stata registrata dagli strumenti alle 5,54 della mattina. L'Ingv la posiziona nel distretto sismico delle Alpi Cozie. La profondità della scossa tellurica è stata di 12,8 chilometri. Tra gli altri, questi sono stati i Comuni che l'hanno avvertita: Cartignano, Castelmagno, Celle di Macra, Monterosso Grana, Pradleves, Roccabruna, San Damiano Macra, Aisone, Bernezzo.

E ancora, sempre nel Cuneese: Brossasc, Canosio, Caraglio, Demonte, Dronero, Elva, Frassino, Gaiola, Isasca, Marmora, Melle, Moiola, Montemale di Cuneo, Rittana, Rossana, Sampeyre, Stroppo, Valgrana, Valloriate, Valmala, Venasca, Villar San Costanzo, Vinadio.

La scossa di ieri, invece, era stata avvertita alle 11.17 alla profondità di 10,2 chilometri. Anche in questo caso, non sono stati segnalati danni a cose o persone. Il terremoto era stato avvertito soltanto dalle persone residenti ai piani alti delle abitazioni e a riposo. Come detto, il sisma aveva lambito le province di Cuneo e di Imperia. Quello di oggi, invece, era localizzato in Italia.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO