Sciopero generale fino al 15 novembre 2013: tutti i settori coinvolti dall'agitazione

L'agitazione durerà tutta la settimana: il 12 sciopera la Basilicata, il 13 Lazio e Toscana, il 14 la Liguria e il 15 tutte le altre regioni

E' iniziata ieri, con lo sciopero in Calabria, la settimana di sciopero generale indetta da Cgil Cisl e Uil contro la Legge di stabilità. Ecco uno stralcio della nota dei sindacati:

Le rivendicazioni alla base della mobilitazione Cgil Cisl Uil mirano a colpire sprechi e rendite per dare più risorse ai lavoratori e ai pensionati. I sindacati chiedono infatti misure per diminuire le tasse sui lavoratori e sui pensionati, così come risorse per rivalutare le pensioni, insieme all’adozione di iniziative per affrontare i nodi irrisolti nella Pa e dare efficienza alla spesa pubblica. Il tutto attraverso un dettagliato ventaglio di proposte che mirano, tra le altre cose, al taglio degli sprechi e dei costi della politica.

Oggi, 12 novembre, l'agitazione coinvolgerà la Basilicata. Mercoledì 13 novembre invece sciopereranno il Lazio (manifestazione a Roma) e la Toscana. Giovedì 14 toccherà alla Liguria mentre il 15 si uniranno tutte le altre Regioni. Venerdì si terrà anche la manifestazione conclusiva a Milano.

I settori coinvolti sono sanità, scuola, università, pubblico impiego, industria e trasporto pubblico (treni e TPL). Si sciopererà 4 ore (tranne per alcune eccezioni di 8 ore), e i servizi pubblici essenziali saranno garantiti come previsto dalla legge.

Le manifestazioni

13 Novembre - Roma: si partirà alle 9.30 da piazza dell'Esquilino. Il percorso: via Cavour, largo Corrado Ricci, via dei Fori Imperiali, piazza Venezia, via Cesare Battisti e Santi Apostoli.

15 Novembre - Milano: si partirà alle 8.30 da via Palestro e si arriverà in piazza della Scala, davanti a Palazzo Marino, dove si terranno i comizi. Non è stato possibile concludere la manifestazione in Piazza Duomo perchè serviva il preavviso di un mese.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO