Razzismo, perquisizioni in tutta Italia

Trentacinque perquisizioni fra i cyber-attivisti che inneggiano alla discriminazione razziale

Vasta operazione delle forze di polizia di Roma, in tutta Italia, nei confronti di 35 persone perquisite al fine di identificare autori, gestori e partecipanti di un nuovo forum razzista, simile negli intenti e nei contenuti a Stormfront che fu oscurato nel novembre scorso.

Le persone coinvolte nelle indagini sono residenti in 22 province italiane comprese le città di Milano e Roma e sono accusati di avere diffuso in rete idee fondate sull’odio razziale ed etnico e di avere incitato a commettere atti di discriminazione e violenza per motivi razziali ed etnici.

Le indagini si sono concentrate sull’identificazione dei diffusori de “Il nemico occulto, un documentario sulla questione ebraica”, dai contenuti anti-semiti. Ma fra gli obiettivi dei razzisti anche personaggi pubblici che si sono battuti contro questa piaga promuovendo una cultura dell’integrazione: lo scrittore Roberto Saviano, il sindaco di Lampedusa Giusi Nicola e l’ex assessore alle politiche culturali, giovanili e pari opportunità di Roma, Clara Di Veroli.

Tutti i post sono stati “firmati” con pseudonimi evocanti una cultura della discriminazione.

Nel novembre 2012 l’operazione Stormfront portò all’arresto di quattro persone fra cui Daniele Scarpino, promotore dell’associazione e moderatore del forum omonimo, i moderatori Diego Masi e Luca Ciampaglia, e Mirko Viola, utente del forum particolarmente attivo nella redazione di post dal contenuto razzista.

Nel forum erano state pubblicate online la “lista di ebrei italiani” e delle personalità accusate di spalleggiare l’immigrazione, da Gianfranco Fini (?) a Gad Lerner, da Maurizio Costanzo e Carlo De Benedetti.

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO