Allerta maltempo in tutta Italia: allagamenti a Roma, fiumi esondati in Calabria

Oltre alla gravissima situazione in Sardegna, in tutta la nazione è scattato l’allarme maltempo.

12.05: il maltempo continua a far danni da una parte all’altra del Paese. Nella notte un nubifragio si è abbattuto su Roma e gli allagamenti, ve ne avevamo già dato conto in serata, hanno tenuto impegnati per tutta la notte i vigili del fuoco della Capitale, che in poche ore hanno compiuto oltre 150 interventi.

Le zone più colpite sono quelle verso il litorale, da Ostia e Casal Palocco, e nell’area a nord della città: Settebagni e via Salaria, ma anche stazione Tiburtina, il cui sottopassaggio si è allegato per l’abbondante precipitazione cominciata nel tardo pomeriggio di ieri.

Danni e disagi anche in provincia di Frosinone e in Campania, dove oggi la situazione sembra sotto controllo. Più grave la situazione in Calabria, in particolare nelle province di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia, dove si sono registrati allagamenti e interruzioni stradali tanto da aver spinto il presidente della Regione Giuseppe Scopelliti a proporre “il riconoscimento dello stato di calamità naturale per gli effetti dell'ondata di maltempo che ha gravemente colpito diverse zone del territorio calabrese”.

1:26 - Anche su Roma continua a imperversare il maltempo: ci sono stati allagamenti a Ostia, sulla Cristoforo Colombo e in via Nomentana, mentre a Casal del Marmo sono caduti alcuni alberi.

Allerta maltempo in tutta Italia: tromba d'aria a Gallipoli, fiumi esondati in Calabria


Martedì 19 novembre 2013

14:19 - In Calabria anche il fiume Neto è sondato e ha invaso la statale 106. Nella zona di Strongoli ci sono stati gli straripamenti di alcuni torrenti, mentre a Cirò marina ci sono abitazioni allagate fino al primo piano.

14:03 - Dalla Calabria arriva la notizia che il villaggio Sellia Marina, in cui vivono circa 150 persone, è stato evacuato perché allagato a causa del nubifragio delle scorse ore che ha fatto straripare il fiume Uria. Nella stessa zona si sta cercando di mettere in sicurezza un ponte ferroviaria pericolante, mentre un altro ponte, da tempo inutilizzato, è crollato.
A Germaneto di Catanzaro, invece, una persona è stata soccorsa dai vigili del fuoco dopo essere rimasta bloccata a bordo della propria auto.

13:46 - Anche dalla Puglia arrivano notizie di danni causati dal maltempo. A Gallipoli, in particolare, nota località turistica, una tromba d'aria ha rotto i vetri delle finestre di una scuola, l'Istituto superiore Quinto Ennio, e ha divelto gli infissi. Alcuni mattoni sono caduti per strada e hanno notevolmente danneggiato delle auto parcheggiate. La scuola è stata evacuata.
A Taranto sono state chiuse delle strade perché allagate e alcune persone sono state salvate dai vigili del fuoco dopo che le loro auto erano rimaste in panne in un sottovia. In alcune strade l’asfalto ha ceduto e si sono create delle voragini.

Sempre in Puglia, a Castellaneta, la strada provinciale 15 tra Masseria Gaudella e Laterza è franata in più punti, mentre a Ginosa e Marina di Ginosa alcune zone sono completamente isolate e a causa del forte vento i vigili del fuoco stanno incontrando numerose difficoltà. Tra l’altro proprio in quelle zone il 7 ottobre scorso a causa di un’altra alluvione quattro persone hanno perso la vita.

13:09 - In Campania a causa del vento e della pioggia sono stati interrotti i collegamenti veloci nel Golfo di Napoli da e per Ischia, Procida e Capri. Per ora restano regolari le corse dei traghetti, ma si prevede un aumento del moto ondoso e dei venti di scirocco. Molte strade di Napoli si sono allegate perché i tombini sono otturati dalle foglie che non sono state spazzate via. Ci sono anche delle infiltrazioni.

Allarme maltempo in tutte le regioni d'Italia


Tutta Italia vive ore problematiche a causa del maltempo che imperversa su tutta la penisola. La pioggia, infatti dà scampo solo alla Sicilia, mentre in tutte le altre regioni l’acqua la fa da padrona.

Situazioni particolarmente critiche, oltre che in Sardegna (di cui stiamo parlando in questo post a parte), si verificheranno anche in Piemonte, Venezie, Riviera di Ponente, quasi tutto il Sud peninsulare e il basso Lazio. Piogge forti si stanno verificando al Nord-Est, all’estremo Nord-Ovest, sulle regioni tirreniche e in Salento. Al Centro-Sud c’è anche molto vento con raffiche vicine ai 100 km/h.

In Calabria c’è stato un violentissimo nubifragio che ha colpito soprattutto le zone della costa ionica in provincia di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia. Ci sono stati allagamenti, strade coperte di fango e di conseguenza chiuse. In molti comuni stamattina le scuole non sono state aperte e molte persone bloccate in auto sono state aiutate dai vigili del fuoco.
Anche in Puglia, in particolare nel Tarantino, ci sono stati molti disagi e alcune strade sono state interrotte.

A Roma il Tevere è sorvegliato speciale già da martedì scorso, quando è iniziato a piovere, e gli accessi alla banchina sono ancora chiusi. La Capitale è in stato di preallerta per il rischio di straripamento. Dalla Sardegna, infatti, arriverà nel Lazio la terribile perturbazione che sta provocando tanti danni.

Alle persone che hanno delle case costruite lungo il Tevere è stato chiesto di allontanarsi, la pista ciclabile che taglia Roma da Nord a Sud risulta impraticabile e la situazione resterà così almeno per uno o due giorni.
Ora l’idrometro segna un livello del Tevere di 6 metri e 50 (livello d’attenzione), ma considerato che è prevista pioggia per tutto il giorno potrebbe salire fino al livello d’allarme in brave tempo.
A Roma i numeri da chiamare 24 ore su 24 sono quelli della Protezione Civile e cioè: 06.67109200 o il numero verde 800.854854.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO