Belgio, vive per mesi col cadavere del marito: 63enne trasferita in ospedale psichiatrico

La moglie non ne aveva mai denunciato la morte. Anzi, avrebbe continuato a comportarsi come se nulla fosse accaduto e a dormire accanto al cadavere.

Macabra scoperta ad Anderlecht, comune belga alle porte di Bruxelles. Una donna di 63 anni viveva in casa col cadavere mummificato del marito, un uomo di 73 anni deceduto almeno un anno prima.

La vicenda è emersa un po’ per caso, quando il padrone di casa della donna si è presentato nell’appartamento insieme alle forze dell’ordine per consegnare un avviso di sfratto. L’anziana non pagava l’affitto da 12 mesi e non voleva in nessun modo lasciare l’abitazione.

Il perchè ha lasciato tutti di stucco. In camera da letto, proprio accanto alla donna, gli agenti hanno trovato il cadavere mummificato del marito della 63enne, che tutti credeva ricoverato in ospedale per delle cure.

L’uomo, secondo una prima analisi del medico legale, sarebbe deceduto per cause naturali, forse nel sonno per problemi di asma, ma la moglie non ne aveva mai denunciato la morte. Anzi, avrebbe continuato a comportarsi come se nulla fosse accaduto e a dormire accanto al cadavere.

In casa anche il cadavere del cane di famiglia, in cucina vicino al tavolo a cui la donna si sedeva regolarmente per mangiare. Di fronte alla richiesta di spiegazioni, la 63enne ha spiegato che il marito si era coricato a letto la sera prima, come faceva ogni giorno.

Visti gli evidenti problemi mentali dell’anziana, le autorità hanno disposto il suo ricovero in una struttura psichiatrica.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO