Papa Francesco: si inchina davanti alle ossa di San Pietro, esposte per la prima volta pubblicamente

Il reliquiario è stato incensato e poi mostrato ai fedeli durante la messa di chiusura dell'Anno della Fede.

Il Papa rende omaggio

Alcuni frammenti delle ossa attribuite all'apostolo Pietro sono stati esposti oggi, per la prima volta pubblicamente, a lato dell'altare sul sagrato della Basilica di San Pietro. E Papa Francesco, prima dell'inizio della messa che chiude l'Anno della Fede, ha incensato l'altare stesso e il reliquiario di bronzo contenente le ossa.

Il pontefice si è fermato per alcuni istanti, in raccoglimento, quindi si è inchinato davanti al reliquiario di colui che è riconosciuto come il primo papa della Chiesa cattolica. Le ossa trovate nella tomba di Pietro, rinvenuta negli anni della guerra nella necropoli sotto la basilica, furono offerte nel 1971 a Paolo VI e, da allora, sono conservate nella cappella dell'appartamento pontificio, nel Palazzo apostolico vaticano.

Le reliquie sono contenute in una cassetta di bronzo di circa 30 centimetri per 10, tenuta aperta per tutta la durata della funzione religiosa. La cassetta reca la scritta in latino: "Ex ossibus quae in Arcibasilicae Vaticanae hypogeo inventa Beati Petri Apostoli esse putantur" ("Dalle ossa rinvenute nell'ipogeo della Basilica Vaticana, che sono ritenute del Beato Pietro Apostolo"). Dopo la messa, verranno riportate nella loro collocazione abituale nell'appartamento pontificio a Palazzo apostolico.

Rino Fisichella, presidente del Pontificio consiglio per la nuova evangelizzazione, così ha spiegato l'evento di oggi alla Basilica: "Anche con questo gesto ci si prepara a celebrare l'epilogo di un anno ricco di grazia, segnato in particolare dalla professione di fede che milioni di pellegrini hanno compiuto sulla tomba di Pietro. Un segno culminante con l'esposizione delle reliquie che la tradizione riconosce come quelle dell'apostolo che qui ha dato la sua vita per il Signore".

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO