Amazon, lavoratori tedeschi in sciopero: "Salari troppo bassi"

I sindacati vogliono farsi sentire incrociando le braccia nel periodo pre-natalizio.

Centinaia di lavoratori dei centri di distribuzione di Amazon a Bad Hersfeld e Lipsia oggi hanno scioperato perché chiedono un salario più alto ossia vogliono che i loro contratti siano equiparati a quelli degli occupati nel settore delle vendite al dettaglio e per corrispondenza.

I contratti attuali, invece, sono redatti per il settore della logistica che è più vantaggioso per l'azienda che tuttavia ha accettato di pagare i bonus di Natale.

Il sindacato Ver.Di., che rappresenta circa duemila lavoratori a Lipsia e oltre tremila a Bad Hersfeld, vuole invece approfittare proprio del periodo pre-natalizio, che vede un significativo aumento degli ordini e delle spedizioni, per convincere l'azienda a sedersi al tavolo delle trattative, altrimenti, dopo oggi, torneranno a incrociare le braccia ancora nei prossimi giorni.

L'azienda di Jeff Bezos si rende sempre più spesso protagonista di vicende legate alle pessime condizioni in cui fa lavorare i suoi dipendenti. Amazon Deutschland è in agitazione già dall'estate e in particolare il deposito di Lipsia è di fondamentale importanza perché è molto vicino all'aeroporto internazionale della città che viene usato come scalo da molti corrieri, tra cui DHL, per lo smistamento e le spedizioni e per Amazon la velocità nella consegna dei pacchi è di fondamentale importanza.

In Germania c'è una forte differenza tra i lavoratori protetti da sindacati forti come IgMetall nei comparti manifatturieri e i dipendenti di settori come servizi aeroportuali, supermercati, logistica e spedizioni che hanno salari minimi, contratti spesso precari, tagli della retribuzione sugli straordinari e i giorni di malattie e sono meno tutelati dai sindacati e dalla legge.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO