Iran: terremoto vicino a centrale nucleare, almeno 8 morti

Colpita la città di Borazjan, dove 250 edifici sono crollati. Ci sono anche una trentina di feriti.

Vicino a centrale nucleare

Un forte terremoto ha colpito la provincia meridionale iraniana di Bushehr, quella in cui sorge l'unica centrale nucleare dell'Iran. Lo riferisce il sito dell'emittente Press Tv, citando una fonte ufficiale della Protezione civile della repubblica islamica. Il sisma è stato di 5,7 gradi della scala Richter e ha colpito in particolare la città di Borazjan, provocando almeno otto morti e 30 feriti.

La terra aveva tremato nella stessa zona lo scorso 9 aprile, provocando 37 vittime e 850 feriti. Pochi giorno dopo, una scossa di magnitudo 7,8, la più forte registrata in Iran dal 1957, colpì la provincia del desertico Sistan-Belucistan, uccidendo 40 persone, vicino al confine con il Pakistan. Insomma, la terra trema spesso nella repubblica islamica.

Nell'agosto del 2012, a Tabriz, nel nordovest, altro terremoto con un bilancio più grave: 306 morti e 4.500 feriti circa. Nel 2003 fu l'antica città di Bam, con le sue case di fango, a essere vittima di un sisma. Ci furono tra i 25 mila e i 31 mila morti. Ancora peggio nel giugno 1990, di nuovo nel nordovest. Le città di Gilan e Zanjan furono praticamente rase al suolo dalla forza della natura, con 37 mila morti e 100 mila feriti.

Nel caso più recente, secondo le prime informazioni, la centrale nucleare non avrebbe subito danni. Almeno 250 edifici, tra case e negozi, sono crollati secondo le autorità locali. I Paesi del Golfo, dove pure la scossa è stata avvertita, hanno detto di temere fughe radioattive provenienti dall'Iran, ma il governo ha rassicurato sul buon funzionamento dell'impianto nucleare.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO