Nigeria: la birra è bevanda "immorale"

Sequestrate a Kano 240 mila bottiglie di birra, distrutte poi in piazza con ruspe e bulldozer. Dietro alla stretta sugli alcolici le milizie religiose della Hisba.

Dalla polizia religiosa nigeriana

La birra è una bevanda immorale. Perlomeno in Nigeria. Con questa motivazione, la polizia religiosa di Kano, seconda città del Paese, ha provveduto a distruggere 240 mila bottiglie di birra e 230 mila sigarette, oltre a svariati litri di burukutu, liquore molto diffuso nello Stato africano. Il provvedimento è stato deciso dalle autorità della regione, a maggioranza musulmana.

Qui comandano gli agenti della Hisba, una sorta di milizia che sostiene la sharia, la legge islamica. Nei giorni scorsi, la polizia religiosa aveva fermato alcuni camion che trasportavano alcol e tabacco, confiscando l'intera merce. Per spettacolizzare il tutto, in un grande spiazzo della città, hanno poi provveduto a fracassare le vottoglie e a frantumare i pacchetti di sigarette con l'aiuto di ruspe e bulldozer.

Sono oltre 9 mila i miliziani della Hisba che fanno rispettare alla lettera i precetti di Allah. Non solo sequestri e distruzione di merci contrarie alla religione musulmana. Ci sono stati nei giorni scorsi decine di arresti ai danni di persone accusate ci comportamenti "blasfemi e immorali". Mentre avveniva la distruzione di birra, liquore e sigarette, gli agenti inneggiavano al Dio musulmano, ripetendo "Allah è grande".

Sono nove - su 37 - gli Stati nigeriani in cui dal 2001 è vietato per legge il consumo e la vendita di alcol. Finora, però, le autorità ne avevano tollerato il consumo negli alberghi e nel quartiere cristiano di Sabon Gari. Ora, però, pare finita questa tolleranza. Il capo della polizia religiosa della città di Kano ha fatto sapere infatti che gli agenti metteranno fine al consumo di alcol. Alcuni bar del quartiere di Sabon Gari erano stati l'obiettivo di molteplici esplosioni lo scorso 29 luglio. Erano morte 24 persone. Sospettati come mandanti proprio gli agenti della Hisba.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO