Australia: squalo uccide surfista

Aveva solo 19 anni ed era uscito per la prima volta con gli amici dopo aver preso la licenza per surfare. I ragazzi hanno lottato contro il grosso pesce, ma Zac aveva subito ferite gravissime alle gambe.

Qui è morto il 19enne surfista attaccato da uno squalo

Aveva solo 19 anni, Zac Young, il surfista ucciso da uno squalo a Campbell's Beach, in Australia, vicino a Coffs Harbour. L'episodio è avvenuto a cento metri dalla costa. Il giovane era in compagnia di quattro amici, che hanno lottato contro il pesce. Quest'ultimo, però, è riuscito comunque a sferrare diversi attacchi alla vittima. La notizia viene riportata dalla stampa locale.

Quando lo squalo ha lasciato andare la sua vittima, gli amici sono riusciti a riportarlo a riva, ma per il 19enne non c'è stata nessuna possibilità di salvezza. Aveva riportato infatti gravissime ferite alle gambe ed è morto per arresto cardiaco. Zac Young era alla sua prima uscita con gli amici per fare surf; aveva preso, infatti, da poco, la licenza per questo sport.

Jim Rutherford, ex presidente della Port Macquarie Bodyboard Association, di cui Zac era membro, così ha parlato dell'adolescente: "Era il ragazzo migliore che si potesse incontrare. Aveva un gran cuore, cercava sempre di aiutare gli altri. Nel corso degli anni, gli ho dato vari premi per la sportività e perché era un surfista di talento. Aveva dedicato la sua vita a uno sport che amava davvero tanto".

Nel suo penultimo post su Facebook, Zac aveva chiamato a raccolta i suoi compagni per andare appunto a fare surf. Tanti i commenti, ora a quell'aggiornamento di stato: "Miss you Zac. Hai reso il mondo un posto migliore. La tua presenza illuminava le stanze. Il tuo sorriso ha fatto la differenza e le tue parole erano edificanti. So che stai navigando le onde più alte del cielo in questo momento". Dopo l'incidente, le spiagge intorno a Coffs Harbour sono state dichiarate off limits. La polizia ha aperto un'indagine.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO