Venezuela: black out durante discorso di Maduro

Il presidente parla di boicottaggio da parte dell'opposizione "fascista", Capriles definisce le accuse "patetiche".

Blackout durante il suo discorso

Caracas, capitale del Venezuela, e almeno altri dieci Stati sono rimasti senza luce la notte scorsa a causa di un mega blackout, causato da un guasto a una centrale. L'oscuramento è avvenuto mentre il presidente Nicolas Maduro stava parlando dal palazzo presidenziale di Miraflores, a Caracas. Il ministro per l'Energia elettrica, Jesse Chacon, ha detto: "Stiamo indagando per capire le ragioni del guasto".

Lo stesso Maduro ha lasciato intendere che si sia trattato di un sabotaggio da parte dell'opposizione. A Caracas, il blackout è durato mezzora, ma in altri stati (tra cui Zulia, Merida e Carabobo) la luce è tornata solo dopo diverse ore. "Sono a Miraflores e sto seguendo questo strano blackout, avvenuto nello stesso luogo dell'ultimo oscuramento" ha detto il presidente, riferendosi all'episodio dello scorso settembre.

Un paio d'ore più tardi, lo stesso Maduro ha fatto sapere di aver messo in allerta le forza armate: "Ci saranno altri attacchi all'industria petrolifera. Quanto successo oggi è molto strano. Nei mesi scorsi il governo ha aumentato la produzione di energia elettrica, in più il black out non è avvenuto in un'ora di punta dei consumi". Il presidente venezuelano ha parlato apertamente, poi, di un guasto causato "dall'opposizione fascista".

Maduro ha ricordato l'importanza delle elezioni municipali previste domenica nel Paese. Il leader dell'opposizione antichavista, Henrique Capriles, ha rimandato al mittente le accuse del capo di Stato, definendole "patetiche". In realtà, ormai da tempo in Venezuela l'energia elettrica viene razionata in ampie zone del Paese, nonostante questo sia una delle potenze petrolifere mondiali.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO