Terremoto nello Stretto di Messina, oggi, lunedì 23 dicembre 2013: magnitudo 4

Nella notte ci sono state scosse più lievi anche al Nord, in provincia di Brescia.

Questa mattina molto presto, alle 5:20 e poi alle 5:58 e alle 7:40, ci sono state tre scosse di terremoto nello Stretto di Messina, in particolare nell'area che comprende i comuni di Campo Calabro, Villa San Giovanni e Messina. La prima scossa secondo l'INGV è stata di magnitudo 4.00, la seconda di magnitudo 2.8, la terza di magnitudo 2.0.

Il terremoto è stato avvertito distintamente e ha svegliato la popolazione dei comuni della zona interessata. A causa dell'attività del vulcano Etna, da alcune settimane nell'area del Messinese si registrano numerosi fenomeni sismici. Stiamo parlando di un territorio sa sempre ad alto rischio di sismicità. Fortunatamente non sembrano esserci stati danni a persone o cose.


L'epicentro della scossa più forte è stato a 7,3 km di profondità e i comuni entro i 10 km sono, appunti, Campo Calabro e Villa San Giovanni in provincia di Reggio Calabria e Messina. Entro i 20 km si trovano i comuni di Calanna, Fiumara, Laganadi, San Roberto, Sant'Alessio in Aspromonte, tutti i provincia di Reggio Calabria più Monforte San Giorgio, Roccavaldina, Rometta, Saponara, Scaletta Zanclea, Spadafora, Valdina, Venetico e Villafranca Tirrena in provincia di Messina.

Sempre stamattina, prima dell'alba, alle 4:17 è stato registrato un terremoto di magnitudo 3.2 anche al Nord, in provincia di Brescia, con epicentro a 10,9 km di profondità tra i comuni di Ospitaletto, Trovato, Longhena, Mairano e Trenzano, nel distretto sismico delle Prealpi Lombarde. Moltissimi comuni della provincia bresciana si trovano entro i 10 ed entro i 20 km dall'epicentro.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO