Immigrazione, rivolta di siriani nel Cie di Bari: tentata l'evasione

Una trentina di immigrati hanno cercato di incendiare un reparto del Cie di Bari.

La notte di Natale nel Centro di identificazione ed espulsione di immigrati di Bari non è stata affatto una notte di festa, ma si paura e tensione. Circa trenta ospiti della struttura, in maggior parte siriani, hanno protestato con veemenza arrivando a compiere un gesto molto pericoloso per tutti i presenti: si sono asserragliati in un reparto del Cie e hanno dato fuoco a mobili, letti e altri oggetti presenti all'interno di esso.

C'è stato il serio rischio che l'incendio divampasse in tutto il Cie che al momento è al massimo della sua capienza con 140 persone. Sono intervenuti i vigili del fuoco e anche la polizia, i carabinieri e la Guardia di finanza poco prima della mezzanotte tra il 24 e il 25 dicembre. Sono stati i responsabili del Cie a chiamarli d'urgenza.

Le forze dell'ordine si sono così scontrate con gli immigrati che stavano protestando e hanno tentato di fuggire e ancora oggi, giorno di Natale, sono rimaste a presidiare il centro ora blindato.
Sul Centro di identificazione ed espulsione degli immigrati di Bari è in corso un'inchiesta di carattere penale su come sono trattati gli ospiti. Il giudice civile ha già espresso il suo parere dicendo che le procedure che vengono messe in atto all'interno del Cie barese sono inadeguate e violano i principi di assistenza nei confronti degli immigrati, ora resta da vedere cosa verrà deciso a livello penale.

Più volte è stata chiesta la chiusura del Cie di Bari, soprattutto da parte di rappresentanti di forze politiche del centrosinistra. Intanto la violenta protesta della notte di Natale si va ad aggiungere alle altre proteste che si sono verificate negli ultimi giorni in altri centri come quello di Lampedusa, dove si è rinchiuso il deputato del Pd Khalid Chaouki o quelle degli immigrati del Cie di Ponte Galeria a Roma che si sono letteralmente cuciti la bocca.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO