Stati Uniti: pedofilia, libero monsignor Lynn

Era accusato di aver coperto i reati di violenza sessuale su minori da parte di sacerdoti della sua arcidiocesi.

E' di nuovo libero

La corte d'appello della Pennsylvania ha annullato la condanna per Monsignor William Lynn, alto funzionario della Chiesa cattolica americana, accusato di coprire i reati dei preti pedofili. Ora potrà lasciare il carcere. Nel luglio del 2012, il sacerdote era stato condannato a una pena tra i tre e i sei anni di reclusione.

Monsignor Lynn è stato segretario dell'arcidiocesi di Philadelphia dal 1992 al 2004: aveva l'incarico di assegnare i presti alle varie parrocchie e indagare sulle denunce di abusi sessuali. Secondo l'accusa, però, avrebbe in realtà consentito a un sacerdote, sospettato di questo reato, di continuare avere contatti con i bambini. Lo scrive la stampa americana.

Il giudice aveva quindi sentenziato che Lynn aveva consentito a "mostri di distruggere le anime di bambini". Secondo la Corte d'Appello, però, "non c'erano sufficienti prove per dimostrare che il ricorrente aveva agito con l'intento di promuovere o di facilitare la violenza sessuale". Altri due sacerdoti sono coinvolti in questa storiaccia di abusi sui minori. E anche in questo caso, Lynn è accusato di averli coperti.

Uno dei due, Edward Avery, si è dichiarato colpevole alla vigilia del suo processo ed è stato condannato a una pena che oscilla tra due anni e mezzo e cinque anni di carcere. L'altro sacerdote, James Brennan, è stato accusato pure lui di violenza sessuale nei confronti di alcuni ragazzi della parrocchia, ma la giuria non è stata in grado di raggiungere un verdetto.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO