Egitto: incendiata università al Cairo, muore uno studente

Gli islamisti protestano contro la messa al bando dei Fratelli Musulmani.

Al  Cairo

Una vittima, un giovane studente, negli scontri tra islamisti e agenti in assetto anti-sommossa avvenuti oggi nel campus universitario di al-Azhar, al Cairo, in Egitto. Si tratta della più prestigiosa istituzione culturale dell'Islam sunnita. I compagni hanno identificato la vittima in Khaled El-Haddad, di appena 18 anni, ferita in maniera letale da colpi d'arma da fuoco, esplosi mentre la polizia faceva irruzione nella struttura.

Successivamente, fonti del ministero della Sanità egiziano hanno confermato il bilancio dell'azione di polizia. In poco più di 24 ore, è dunque salito a sei il numero di coloro che sono rimasti uccisi dall'inizio della nuova 'Settimana dell'Ira, proclamata dai Fratelli Musulmani contro il regime sostenuto dalla Forze Armate, che tre giorni fa aveva messo al bando il movimento come 'organizzazione terroristica'.

Il movimento sostiene da sempre il deposto presidente Mohamed Morsi. Nel corso degli scontri avvenuti intorno all'ateneo del Cairo, sono stati arrestati una sessantina di manifestanti. Da ieri, il totale è aggiornato dunque a più di 320 persone finite in manette. Gli studenti islamici hanno anche appiccato un incendio all'edificio universitario.

In mattinata, alcuni giovani avevano formato uno scudo umano per impedire ai compagni di entrare all'ateneo, invitandoli a boicottare la sessione di esami, per protestare contro la messa al bando della Fratellanza. E' quindi intervenuta la polizia che ha lanciato lacrimogeni. I manifestanti hanno risposto con lancio di sassi e con l'incendio alla facoltà di Commercio e Agricoltura, dove erano in corso gli esami.

Bakr Zaki, preside della Facoltà di Economia e Commercio, ha detto che alcuni studenti estranei alla protesta sono rimasti feriti da "personaggi che non hanno nulla a che fare con l'università" mentre tentavano di entrare nel campus. La tensione nel Paese è altissima, anche perché il 7 gennaio si festeggia il Natale ortodosso e l'8 gennaio è in programma la seconda seduta del processo a carico di Morsi.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO