Michael Schumacher sottoposto a un secondo intervento: ci sono piccoli miglioramenti

Lunedì sera, alle 22, è stato sottoposto a un secondo intervento per ridurre un ematoma, ma ce ne sono ancora altri, difficilmente operabili, e delle emorragie.


    TUTTI GLI ULTERIORI AGGIORNAMENTI SU AUTOBLOG

I medici dell'ospedale di Grenoble hanno comunicato, durante una conferenza stampa iniziata questa mattina alle ore 11, che ieri Michael Schumacher ha manifestato dei leggeri miglioramenti considerati sorprendenti e che hanno consentito loro di effettuare una seconda operazione, dopo quella di domenica, per diminuire la pressione intracranica e ridurre un ematoma sul lato sinistro del cervello, quello più facilmente raggiungibile. L'operazione è stata effettuata ieri sera alle 22 ed è durata circa due ore. La decisione di intervenire è stata presa di comune accordo da tutta l'équipe medica che comunica costantemente con la famiglia, che è sempre presente (la moglie, i figli e il fratello sono lì all'ospedale). Stamattina sono stati registrati ulteriori miglioramenti, ma i medici hanno tenuto a precisare che la situazione è comunque critica e può cambiare da un momento all'altro. Nelle 24 ore, tra ieri e oggi, ci sono stati dei passi avanti, ma il cervello di Schumacher ha ancora molti ematomi ed emorragie.
I medici hanno ribadito che Schumacher non può essere considerato fuori pericolo e non può essere trasferito, inoltre non è possibile parlare del futuro perché per adesso l'unica cosa da fare è monitorare la sua situazione ora dopo ora. Il campione tedesco viene tenuto ancora in coma artificiale e in ipotermia.

11:21 - Ora i dottori stanno spiegando di nuovo tutto in inglese (la conferenza è stata in francese).

11:21 - Ci sono ancora molte emorragie.

11:19 - Viene ulteriormente spiegato che nel cervello di Schumacher si sono creati degli ematomi, su quello più facile da raggiungere è stato effettuato l'intervento di ieri sera, ma non su tutti è possibile intervenire.

11:18 - I dottori tranquillizzano i media dicendo che ogni volta che ci saranno cose da comunicare lo faranno, ma non possono fissare degli orari.

11:16 - I medici ribadiscono che la situazione è critica, lo stato di Schumacher è molto fragile, ma migliore di ieri.

11:15 - Nelle prossime 24 ore l'intento dei medici è quello di correggere un certo numero di anomalie e poi, ora per ora, verificare se la situazione resta stabile. Nel corso della giornata saranno fatti ulteriori controlli.

11:13 - Per ora sarebbe molto pericoloso trasferirlo, perché la sua situazione è molto delicata.

11:12 - I medici hanno detto: "Non possiamo nascondervi che ieri sera siamo rimasti sorpresi dai miglioramenti, perciò abbiamo preso la decisione di operare di nuovo. Attenzione però perché il cammino è ancora lunghissimo e non si possono fare previsioni per il futuro". I medici insistono sul fatto che è impossibile e sarebbe disonesto parlare del futuro. Si ragiona momento per momento.

11:10 - I medici cercano di far capire che la situazione in rianimazione è sempre molto precaria e può cambiare da un momento all'altro, tuttavia ribadisce che nell'arco delle 24, tra ieri e stamattina, si può parlare di lievi miglioramenti. Per ora Schumacher è ancora tenuto in coma artificiale e in ipotermia.

11:08 - I medici dicono che ci sono alti e bassi, rispetto a ieri la situazione è migliorata, ma è comunque ancora molta preoccupante e la famiglia ne è cosciente. La moglie, i figli e il fratello sono sempre lì.

11:07 - L'intervento di ieri sera permette ora di tenere la situazione più sotto controllo. In rianimazione le cose evolvono in maniera molto rapida, con questo tipo di interventi si guadagna un po' di tempo. I medici ripetono che non possono dichiarare Schumacher fuori pericolo.

11:05 - I medici dicono che non possono ancora dire che Schumacher è fuori pericolo, ma ora sentono di avere più tempo per la loro terapia. Le prossime ore saranno cruciali. La procedura messa in atto ieri è classica, non si tratta di una misura eccezionale.

11:05 - Nonostante il buon esito del secondo intervento durato due ore, che ha permesso di riassorbire l'ematoma sul lato sinistro del cervello, ci sono però ancora altri danni che vanno tenuti sotto controllo.

11:03 - La decisione del secondo intervento è stata presa con la famiglia. L'intervento serve per togliere un ematoma sul lato sinistro.

11:02 - I medici stanno spiegando che visto che ieri non c'è stato un peggioramento, ma anzi dei piccoli miglioramenti, ieri è stato possibile fare un nuovo intervento e ha avuto un buon risultato che ha permesso di vedere oggi con un'altra risonanza che fa pensare che la situazione sia più controllata rispetto a ieri.

11:01 - La direttrice dell'ospedale ha detto che è stato fatto un nuovo scanner cerebrale che ha permesso di fare un nuovo intervento per diminuire la pressione intra-craniale. Stamattina è stato fatto un nuovo esame e ci sono stati dei piccolissimi miglioramenti.

10:59 - Stanno aspettando il professor Gerard Saillant prima di dare tutte le comunicazioni del caso. Si tratta del dottore che ha curato spesso Schumacher durante la sua carriera di pilota.

10:56 - Facce molto preoccupate, non cominciano ancora a parlare.

10:55 - I medici e il direttore generale dell'ospedale stanno aspettando che tutti i giornalisti si siano sistemati per cominciare a parlare.

Ore 10:53 - Nella sala stampa dell'ospedale di Grenoble sono arrivati i medici che hanno in cura Michael Schumacher.

Aggiornamento 31 dicembre - Alle 11 di questa mattina dovrebbe essere diramato un nuovo bollettino medico sulle condizioni di salute di Michael Schumacher.

Michael Schumacher, diramato il bollettino medico. Resta in condizioni critiche


Lunedì 30 dicembre 2013

ore 12.00: in conferenza stampa i medici di Grenoble, dove è ricoverato Schumacher, hanno dichiarato che

La situazione è ancora critica. Monitoriamo la situazione ora dopo ora. E’ troppo presto per parlare di decorso operatorio, ma la situazione è critica . Sono presenti lesioni cerebrali diffuse. Non possiamo pronunciarci sulle possibilità di sopravvivenza. Al momento non sono previsti altri interventi

Smentita la notizia di un secondo intervento chirurgico nella notte.

ore 10.05: al capezzale del campione tedesco sono arrivati Jean Todt, suo ex team manager alla Ferrari e attuale presidente della Federazione Automobilistica Internazionale e Ross Brawn, direttore del team Mercedes

ore 10.00: fonti giornalistiche francesi sostengono che Michael Schumacher sarebbe stato operato una seconda volta alla testa per arginare l'emorragia cerebrale provocata dal trauma cranico patito ieri, sulle piste da sci di Meribel.

Michael Schumacher in coma dopo caduta dagli sci, operato alla testa


Si sono aggravate nel pomeriggio, e destano più di una preoccupazione, le condizioni di salute di Michael Schumacher, l’ex pilota tedesco di F1, caduto stamattina mentre stava scendendo sulla pista da sci a Meribel, in Francia.

Il sette volte campione era stato soccorso in elicottero e trasportato all’ospedale di Moutiers per un forte trauma cranico e le sue condizioni di salute non sembravano preoccupanti. Schumacher era sotto shock, ma comunque cosciente.

Col passare delle ore, però, la situazione è precipitata e l’ex campione è stato trasferito all’ospedale di Grenoble e sottoposto a delicato un intervento chirurgico in seguito a un’emorragia cerebrale. In serata è arrivata la comunicazione ufficiale da parte della clinica di Grenoble, firmata dal neurochirurgo Chabardes, dal capo del reparto di anestesia e rianimazione, il professor Payen, e dal direttore generale della struttura, Marc Penaud:

Il signor Schumacher è stato ricoverato al centro ospedaliero di Grenoble alle 12.40 in seguito a un incidente di sci avvenuto a Méribel in tarda mattinata. Al suo arrivo aveva un trauma cranico grave, era in coma, e questo ha reso necessario un immediato intervento neurochirugico. Al momento è in condizioni critiche.

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO