El Salvador: allerta e popolazione evacuata per eruzione Chaparrastique

Una forte esplosione, poi fumo e cenere: così dopo 37 anni il vulcano riprende a spaventare la popolazione.

Si risveglia dopo 37 anni

El Salvador in stato d'allerta per l'eruzione del vulcano Chaparrastique, che era dormiente dal lontano 1976. Circa 3 mila persone sono state evacuate dalle proprie abitazione attorno all'area del vulcano, che si trova nella provincia occidentale di San Miguel e che è uno dei più grandi del Paese. Secondo la Bbc online, molti residenti hanno sentito una forte esplosione, accompagnata dall'emissione di cenere e fumo.

Nella provincia di San Miguel, famosa per la produzione di caffè, abitano circa 5 mila persone. Il vulcano è alto 2.330 metri. Nella zona intorno al Chaparrastique, la nebbia di fumo e cenere ostacola le ricerche, da parte della Protezione civile, di chi ancora non ha voluto lasciare la propria casa. Sono stati cancellati naturalmente tutti i voli.

Il presidente Mauricio Funes, in un'intervista televisiva, ha avvisato: "Non siamo certi che ci sarà un'eruzione, ma non possiamo escludere questa possibilità". Poi l'appello ai residenti ad andare nei rifugi. Secondo il ministero dell'Ambiente, l'eruzione è cominciata alle 10.30 di domenica e ha prodotto già una colonna di circa cinque chilometri di gas e cenere di altezza.

Le autorità hanno chiesto inoltre di non avvicinarsi alla zona nei pressi del vulcano. L'aeroporto internazionale di San Salvador ha dirottato diversi voli verso altri scali, anche in Guatemala, per evitare la cenere. La compagnia aerea Avianca ha già fatto sapere di aver cancellato 31 voli programmati, come misura precauzionale. Iberia e United Airlines hanno fatto lo stesso.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO