Antartide, nave bloccata fra i ghiacci: tutti salvi i passeggeri

Dalla vigilia di Natale la nave da ricerca Akademik Shokalskiy è bloccata nei ghiacci antartici. Finalmente oggi tutti sono stati tratti in salvo!

13:33 I 52 passeggeri della nave Akademik Shokalskiy, intrappolata nei ghiacci antartici dalla vigilia di Natale, sono stati trasportati sulla nave australiana di soccorso Aurora Australis. Intorno alle 06:15 ora italiana l’elicottero ha dato il via alle operazioni di trasbordo dei passeggeri, tre ore dopo il primo gruppo di passeggeri è decollato con successo. Intorno alle 12:30 il salvataggio è stato ultimato. Inizialmente l’elicottero di salvataggio avrebbe dovuto fare da spola con la nave cinese, ma, successivamente, si è optato per il rilascio dei passeggeri su una lastra di ghiaccio vicina alla nave australiana (sprovvista di pista di atterraggio) che ha poi preso i passeggeri a bordo. nel piano iniziale ci sarebbe stato il trasferimento in scialuppa dal Drago delle Nevi all’Aurora.

I passeggeri della Shokalskiy raggiungeranno la Tasmania soltanto a metà gennaio: nei prossimi giorni raggiungeranno la base antartica di Casey per fare il pieno di carburante.
Resteranno a bordo i 22 membri dell’equipaggio che dovranno riportare indietro la nave quando i ghiacci si riapriranno.

Nave bloccata fra i ghiacci: cominciata l'evacuazione

08:31 E' arrivato il gran giorno per equipaggio e passeggeri della Akademik Shokalskiy: un elicottero cinese ha cominciato il trasbordo dei "naufraghi dei ghiacci". Il capo spedizione Chris Turney ha twittato un video da Vine che mostra i soccorsi in azione, dopo aver comunicato che al 100% oggi sarebbero ripartiti alla volta di un posto (caldo e) sicuro.


I precedenti tentativi di salvataggio

Dalla vigilia di Natale la nave da ricerca russa Akademik Shokalskiy è bloccata nei ghiacci dell’Antartide ed è molto probabile che i suoi passeggeri saluteranno, bloccati fra i ghiacci anche l’inizio del nuovo anno. I tentativi del rompighiaccio australiano Aurora Australis di raggiungere la nave russa sono falliti a causa del maltempo nella zona. La scorsa notte, Aurora Australis era riuscita ad avvicinare, fino a 10 miglia nautiche, il margine dello spesso banco di ghiaccio, ma ha dovuto rinunciare in attesa delle schiarite previste per i prossimi giorni.

L’Akademik Shokalskiy ospita 74 persone fra scienziati, turisti e membri dell’equipaggio e si trova attualmente a 1500 miglia nautiche a sud della Tasmania. Lisa Martin, portavoce dell’Autorità australiana per la sicurezza mariana ha riferito che venti fino a 30 nodi e tempeste di neve continuano a flagellare l’area in cui la nave stava ripercorrendo la rotta della spedizione antartica portata a termine da Douglas Mawson tra il 1911 e il 1914.

Quello dell’Aurora Australis non è stato il primo tentativo di soccorso da parte delle rompighiaccio: in precedenza due navi, una cinese e l’altra francese, avevano dovuto abbandonare a causa dell’eccesivo spessore del ghiaccio. L’Aurora Australis è stata progettata per fendere il ghiaccio fino a uno spessore di 160 centimetri, ma l'Akademik Shokalskiy è attualmente bloccata da ben tre metri di ghiaccio.

Una delle soluzioni potrebbe essere un recupero grazie all’elicotteri che si trova sulla nave cinese, ma le pessime condizioni meteo non consento alcun tipo di attività aerea. Bisognerà aspettare che con il nuovo anno, arrivi anche il bel tempo.

Via | Ansa

Foto © Getty Images

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO